19 e 20 Maggio, Festa Dei Musei e Notte Europea Dei Musei

Sabato 19 e domenica 20 maggio ricorre la Festa dei Musei, una iniziativa del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, nel 2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale. La manifestazione, che rientra tra i grandi eventi del MiBACT, è in sinergia con la Giornata Internazionale dei Musei promossa dall’Internation Council of Museums (ICOM), che si celebra il 18 maggio. È un’occasione nazionale di collaborazione e di confronto tra gli istituti museali e culturali del territorio, al fine di promuovere una maggiore consapevolezza identitaria e sensibilizzare sulla comune appartenenza culturale europea. Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria promuove un ricco programma di appuntamenti a carattere interdisciplinare e interculturale, in rete con le principali istituzioni della cultura in città.

Venerdì 18 maggio, alle ore 17.30, nello spazio di piazza Paolo Orsi, ci sarà la presentazione del libro di Adele Coscarella, “Bova e lo Stretto tra archeologia e storia”. Con l’autrice, interverranno: il direttore  del MArRC, Carmelo Malacrino; Giuliano Volpe, presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali del MiBACT; Maurizio Paoletti, professore del Dipartimento di Studi umanistici dell’Università della Calabria. Si tratta di un’analisi archeologica della fascia costiera calabra dal tardo antico al basso medioevo, in particolare dello scavo eseguito a Bova. Spiega Coscarella: «È un saggio di archeologia stratificata degli elevati che comprende l’archeozoologia, al fine di conoscere il paesaggio agrario antico».

 

Sabato 19 maggio sarà la giornata cerimoniale della Festa dei Musei, dalla mattina alla sera inoltrata. Presso il desk dedicato, l’Ente Parco nazionale dell’Aspromonte raccoglierà le firme a sostegno della candidatura a riconoscimento di GeoParco dell’Unesco.

In piazza Paolo Orsi, alle ore 12.15, l’Ufficio Scolastico Regionale – Ambito territoriale di Reggio Calabria presenterà le conclusioni del progetto “Nessun dorma… Risvegliamo la creatività”, in collaborazione con le scuole dell’area metropolitana.

 Il pomeriggio, alle ore 17.30, si svolgerà la Cerimonia per i 110 anni del Corpo Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana. Sarà una manifestazione di grande suggestione, al cospetto dei maestosi Bronzi di Riace.

Alle ore 18.30, la serata proseguirà con il Colloquio “Il Museo: luogo di costruzione del futuro”, che inaugurerà la stagione degli eventi in terrazza. Parteciperanno, con il direttore del MArRC, Carmelo Malacrino: il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà; il  presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali, Giuliano Volpe; la direttrice del Museo Diocesano di Reggio Calabria, Lucia Lojacono; il responsabile del Palazzo della Cultura, Eduardo Lamberti Castronuovo; il direttore del Museo dello Strumento Musicale, Demetrio Spagna; il consigliere di amministrazione del Museo San Paolo, Andrea Filocamo. Modererà: Emanuela Bambara, funzionario per la comunicazione e promozione al MArRC.

Il MArRC aderirà all’apertura straordinaria serale per la Notte Europea dei Musei, dalle ore 20.00 alle 23.00, con biglietto di ingresso al prezzo simbolico di 1 euro.

 Alle 21.00, il concerto di chitarre offerto dal Conservatorio di musica “Francesco Cilea” inaugurerà la programmazione “…rEstate al MArRC!” in terrazza. Musicisti: Matteo Argirò, Antonio Caminiti, Dorian Falconeri, Gabriele Melara. Introdurrà la direttrice, Mariella Grande.

Il direttore Malacrino commenta così il ricco programma di iniziative: «È la festa della comunità reggina, che s’incontra al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria quale luogo accogliente e inclusivo di tutte le meravigliose sfaccettature di cui si compone la cultura calabrese e il patrimonio di tradizioni della città di Reggio».

Tagged on: