#8marzoalmuseo: mostra e ingresso gratuito per tutte le donne

yescalabria_8marzo_01-minCi sarà tempo per i visitatori di scoprire le meraviglie della Calabria antica e le monete che hanno fatto grande la storia della città di Reggio, con la mostra temporanea “Nomisma”, esposta fino al 31 marzo.

Mercoledì 8 marzo, invece, ingresso gratuito per le donne, in occasione della giornata internazionale a loro dedicata. Il MArRC celebrerà la ricorrenza con la mostra diffusa “Il riflesso della bellezza”, comprendente reperti collocati nelle diverse vetrine della collezione permanente, ma legati tutti da un unico filo conduttore: lo splendore delle donne nel mondo antico riflessa negli specchi che si sono conservati fino ai nostri giorni.

Come per l’edizione del 2016, anche quest’anno le guide turistiche della Calabria offriranno visite gratuite per i visitatori in quattro appuntamenti: i primi due al mattino, alle 10.00 e alle 11.30, gli altri nel pomeriggio alle 16.30 e alle 18.00. Per ottimizzare il servizio è gradita la prenotazione.

Anche il Museo di Reggio Calabria, inoltre, parteciperà alla campagna di comunicazione creata appositamente del Ministero guidato da Dario Franceschini, invitando i propri ospiti a fotografare le immagini delle donne sui vasi e sulle sculture e a condividerle sui profili social del @MiBact e del @MusArcheoRc con l’hashtag #8marzoalmuseo.

«Ci aspettiamo grande partecipazione di pubblico per entrambe le giornate – commenta il Direttore del Museo Carmelo Malacrino. Dopo l’esposizione, nel 2016, della testa di Afrodite in marmo bianco, per il 2017 abbiamo pensato di rendere omaggio alle donne con un’iniziativa volta anche a valorizzare la straordinaria collezione di specchi in bronzo del Museo, reperti che manifestano per eccellenza la bellezza e la grazia del mondo femminile. Ma il Museo – prosegue Malacrino – è una istituzione complessa e il mio impegno, sin dall’inizio del mandato, è renderla sempre più efficiente. Già da qualche mese si procede all’inventariazione digitale delle collezioni, mentre nel laboratorio di restauro gli operatori lavorano alacremente sui reperti che saranno protagonisti delle prossime mostre. Anche per la biblioteca, da poco passata dalla Soprintendenza al Museo, sono state avviate tutte quelle attività volte alla sua apertura al pubblico, con fondi destinati anche agli acquisti di nuovi libri. Nell’ultimo passaggio di consegne, infine, sono stati riscontrati vari problemi agli impianti, ma si sta intervenendo con la massima sollecitudine per assicurare il completo funzionamento dell’Istituto non solo per l’accoglienza dei visitatori esterni, ma anche per la conservazione dei reperti e la sicurezza dei lavoratori. Ringrazio – conclude il Direttore – tutto il personale del MArRC per l’enorme impegno profuso in questi mesi e i tanti giovani che, attraverso tirocini universitari o all’interno del progetto di alternanza scuola-lavoro, ci travolgono con il loro entusiasmo, che rappresenta per noi la più viva speranza per il futuro del territorio».

Tagged on: