Da AlforLab un prototipo per la tracciabilità del legno made in Calabria

Il laboratorio pubblico – privato AlforLab, nato per supportare con tecnologie innovative la filiera foresta-legno in Calabria, ha presentato un prototipo tecnico-gestionale per la tracciabilità elettronica del legno calabrese (infotracing). Lo strumento, che utilizza radio-frequenze (RFID), consente di identificare univocamente un oggetto mediante un tag radio e registrare (mediante smartphone o tablet) su un portale web dedicato tutti i dati che servono a documentare la correlazione tra prodotto e fase di lavorazione, dall’albero in piedi al prodotto lavorato. La tracciabilità serve anche a sviluppare informazioni dimensionali e qualitativi degli assortimenti ottenuti e ad eliminare rischi per gli operatori.

Per la Calabria, che vanta un patrimonio boschivo di oltre 600 mila ettari (prevalentemente tondame di castagno, pino laricio, abete bianco e faggio), il 40% dell’intera sua superficie, questa nuova metodologia di identificazione e tracciabilità del prodotto legnoso potrà risultare molto importante ai fini della commercializzazione, della conquista di nuovi mercati.

 

Tagged on: