Aspromarathon, l’avventura in sella tra il mare dello Stretto e le vette dell’Aspromonte!

Dal lungomare di Reggio Calabria alla scoperta dell’Aspromonte, l’antico massiccio che domina, come un silente ciclope, l’estrema punta meridionale dell’appennino, tuffandosi nello specchio ceruleo del mar Mediterraneo. È l’emozione unica e irripetibile che offre l’Aspromarathon, la manifestazione di mountain bike (ne abbiamo già parlato qui https://goo.gl/tcv5Jv) che intende “far vivere” ai bikers un’esperienza magnetica e senza eguali, immersi nello spettacolo di una vegetazione rigogliosa di colori e specie, di una fauna ferace, consapevoli di solcare rocce che custodiscono una storia ancestrale che risale a più di un miliardo di anni fa (tra il proterozoico e il Paleozoico).

Oltre a due percorsi agonistici, Marathon (74 km e un dislivello di 2780 mt) e Granfondo (48 km e un dislivello di 1650 mt),  è previsto un itinerario escursionistico idoneo alla maggior parte dei ciclisti amatoriali. 

Si tratta una gara unica nel suo genere – ha precisato Roberto Mucciola, presidente della A.S.D. ROLLING BIKE, ideatrice e organizzatrice dell’evento, al quale abbiamo chiesto di spiegarci perché i bikers del centro-sud non dovrebbero mancare l’appuntamento, fissato per il 13 maggioNon esistono competizioni di Mountain Bike che partono da quota 0,00 e arrivano, dopo soli 30 km, a quota +1417 metri (valico di Sella Entrata) in pieno Parco Nazionale dell’Aspromonte. Di norma tutte le gare di Mountain Bike si svolgono su territori prevalentemente montani, certamente molto suggestivi, ma il mix di scenari che Aspromarthon offre a tutti gli atleti è impagabile. Quando abbiamo progettato il tracciato ci siamo posti come obiettivo principale proprio quello di assicurare il risalto che meritano a questi territori incantevoli. Aspromarathon non è solo una gara. È un’esperienza unica con la natura, ma anche con le tradizioni artistiche e culturali di questa bellissima città”.

Foto di Pietro Gangemi

Giunto alla sua terza edizione, l’evento sportivo si presenta quest’anno ricco di novità. La gara ospita la prima tappa del neofito TROFEO Calabria MTB Challange e la terza dell’affermato circuito de “I FIORI DEI PARCHI”.  Due encomiabili opportunità che qualificano ulteriormente l’Aspromarathon, come ha chiarito il presidente della Rollink Bike.

Foto di Pietro Gangemi

Il trofeo Calabria MTB Challenge – ci ha detto – nasce dall’idea di un caro amico ciclista di Castrovillari, Francesco Limonti, il quale mi sottopose a novembre scorso questo progetto, che ho subito apprezzato e condiviso. Da lì abbiamo coinvolto gli organizzatori di altre prestigiose gare in Calabria, con lo scopo di creare un vero e proprio “network” di circuiti su cui veicolare gli interessi di tutti gli amanti della disciplina MTB.  L’ammissione di Aspromarathon al Trofeo de “I Fiori dei Parchi” rappresenta, invece, un altro importante e gratificante segnale di apprezzamento e fiducia verso la nostra organizzazione sportiva, che ha dato prova – già con solo due edizioni di gara – di grande competenza, solidità, professionalità ed entusiasmo. Il Trofeo dei Fiori rappresenta un circuito davvero esclusivo, una vera e propria vetrina per la città, che unisce regioni come la Sicilia, la Calabria e la Campania in un unico e suggestivo progetto sportivo. Per entrare a far parte di questo circuito bisogna aver maturato nel tempo le necessarie competenze. I feedback positivi delle precedenti edizioni di Aspromarathon hanno convinto il comitato organizzatore ad accettare la nostra candidatura. Vi garantisco che gestire e coordinare una manifestazione di queste dimensioni non è affare da poco! Basti pensare che tutti i percorsi, sia agonistici che escursionistici, si sviluppano su circa 150 km di strade e percorsi montani che abbiamo dovuto ripercorrere e sistemare metro per metro al fine di offrire elevatissimi standard di qualità e, non da ultimo, per garantire la massima sicurezza agli atleti. Non dimentichiamoci infine di tutte le incombenze e procedure di natura prettamente amministrativa, commerciale e di comunicazione istituzionale. Insomma, una vera e propria organizzazione aziendale dedita, in questo caso, allo sport e che affonda le sue radici nella passione comune di un gruppo di amici”.

Tanti i dettagli che gli organizzatori hanno curato nell’intento di offrire il meglio del meglio agli atleti partecipanti. Innanzitutto, la partenza – arrivo sul chilometro più bello d’Italia. “Una manifestazione così importante – ha affermato il presidente soddisfatto –  non poteva che avere, come adeguato scenario, l’Arena dello Stretto, sul lungomare di Reggio Calabria, proprio sotto il monumento dedicato alla Dea Athena Promachos che protegge la città”.

Per continuare con gli apprezzabili e numerosi premi in palio, fra cui spiccano i weekend  relax al Saline Resort di Saline Joniche, al Panareal di Panarea (Isole Eolie) e al B&B AdHoc Rooms di Palermo. “Aspromarathon 2018 riserverà inoltre a tutti i partecipanti un pacco gara straordinariamente ricco, che ripagherà ampiamente il costo dell’iscrizione”. Parola del presidente 😉

Foto di Pietro Gangemi

Premi consistenti, anche grazie al contributo dei numerosi sponsor che quest’anno hanno deciso di sostenere l’iniziativa: “Gli sponsor rappresentano il termometro di qualunque manifestazione sportiva. Quanto più sono qualificati, tanto più l’evento gode di stima ed attenzione da parte non soltanto degli addetti ai lavori, ma di tutti coloro che vi credono e nel gruppo che si prodiga con sacrifici ed entusiasmo ad organizzarla”.

Un gruppo che intende fare sempre meglio: “il nostro obiettivo per il futuro – ha concluso Mucciola –  è quello di consegnare alla città di Reggio Calabria un evento che rappresenti un vero e proprio punto di riferimento imprescindibile della sua tradizione sportiva”.

 Cari bikers professionisti e amatoriali, non resta che iscrivervi alla gara del 13 maggio!  Per sapere come, per conoscere i circuiti e visionare le mappe dei percorsi vi rimandiamo al sito https://aspromarathon.it/

 

Tagged on: