Il cammino di Norman Douglas 100 anni dopo, in bicicletta o a piedi

Abbiamo chiesto al prof. Guzzo, presidente dell’Asd Tmc360 Sport, di parlarci di NDUT (Norman Douglas Ultra Trail) CALABRIA EXPLORE, la manifestazione sportiva per ciclisti appassionati che si terrà per la prima volta quest’estate in Calabria, lungo il sentiero intitolato allo scrittore inglese.

Da dove nasce quest’idea?

La NDUT (Norman Douglas Ultra Trail) nasce dalla passione e dalla voglia di fare conoscere territori e posti della nostra Calabria ad un pubblico di appassionati sportivi che vivono il territorio non come turisti ma come esploratori viaggiatori. A passo con le tendenze internazionali nel campo turistico, abbiamo deciso con la nostra associazione, la Asd Tmc360 Sport, di avvicinarci verso la direzione del turismo lento, slegato dalle linee commerciali dei pacchetti turistici.

Perché avete scelto l’itinerario di Norman Douglas?

Da una ricerca storica abbiamo deciso di avvalerci dei racconti che il celebre scrittore inglese Norman Douglas ha lasciato a noi generazioni attraverso il libro Old Calabria – Vecchia Calabria. Douglas agli inizio del 900 viaggia per la regione e descrive luoghi, natura, usanze della nostra terra. Da qui la decisione di battezzare un cammino fruibile tutto l’anno, che porta alla scoperta della nostra regione con la presunzione di diventare uno dei cammini più importanti d’Europa, proprio come quello di Santiago de Compostela o la via Francigena.

Di sicuro un bel progetto e la Calabria con i suoi tre Parchi Nazionali non ha nulla da invidiare ai luoghi che cita…

Concordo, si tratta di un cammino senza precedenti, con unici protagonisti vaste zone di territorio da esplorare, partendo dall’entroterra verso le vie di fuga del mare, unendo il parco del Pollino, della Sila, delle Serre, dell’Aspromonte, coinvolgendo alcune riserve e tutti i comuni attraversati: un unico percorso per vivere una Calabria diversa, più Wild.

Come avete segnato l’itinerario? 

Abbiamo realizzato delle tracce GPS e una guida cicloturistica, disponibile per tutti. Tutti gli atleti dovranno essere coperti da dispositivo Spot GPS o comunque di  geolocalizzazione che garantirà la tracciabilità dello stesso ed eventuali sos.

Cosa sperate venga fuori da quest’esperienza?

Speriamo che quest’iniziativa porti sportivi, turisti e appassionati della natura, non solo a scoprire la nostra Calabria, ma sopratutto a viverla e a sentirla profondamente. Il contatto con la natura, in solitaria, ha come unico compagno di viaggio la bici o uno zaino, ed è la perfetta condizione per sentirsi tutt’uno con il contesto che ti circonda.

Ci sembra di capire che il cammino di Norman Douglas sarà un evento annuale per quanto riguarda la gara dei ciclisti, ma rimarrà un itinerario percorribile a piedi per i turisti tutto l’anno…

Esattamente, il progetto della NDUT ha un doppio volto: quello turistico, con il cammino percorribile tutto l’anno e quello sportivo, con la gara che avrà appuntamento fisso ogni anno e che in questo momento rappresenta il test di lancio del progetto stesso.

Per concludere, quando si terrà la gara?

L’appuntamento per la manifestazione sportiva è per il 21 Luglio 2017, quando atleti di tutta Italia avranno la possibilità di muoversi su due circuiti differenti: uno lungo 500 km che unirà il Parco Nazionale della Sila con il Parco Nazionale del Pollino e un altro lungo 1.144 km che unirà tutti i Parchi, passando per le Serre e raggiungendo anche le Riserve Naturali in Calabria.

Dunque, una manifestazione, quella della Norman Douglas, unica ed esclusiva nel suo genere, che mira alla realizzazione di un percorso turistico ciclabile regionale, d’interesse internazionale!

Ringraziamo il Presidente Guzzo per averci segnalato quest’evento e gli facciamo i nostri migliori auguri.

Per maggiori info qui

Contatti

Telefono + 39 0984 1862770

Cell. Presidente Giuseppe Guzzo  334 6732636

Vice Presidente Mara Carchidi  392 2063250

Mail: asd.tmc360sport@gmail.com; contatti@ndutexplorecalabria.it 

Tagged on: