Fabio Curto torna in scena con VIA DA QUA

yescalabria_fabio_curto_03-min

Torna in scena il cauntautore polistrumentista “made in Calabria” Fabio Curto con “Via da qua“, un pezzo pop folk accattivante che si serve di strumenti popolari come il bouzouki irlandese e la tammorra. Scritto interamente da lui, prodotto e arrangiato da Simone Bertolotti, rappresenta un viaggio interiore che l’artista percorre attraverso le sue emozioni e il suo stato d’animo.

“In questo pezzo sento la gioia di vivere, condividere e percepire attraverso l’intesa dei sensi. Correre senza una meta come un bambino, una discesa libera che può costare qualche graffio ma che vale la pena di essere vissuta” – racconta Fabio Curto in merito al nuovo singolo – “Sin dall’intro strumentale si avverte questa urgenza che ripiega poi dolcemente su un momento riflessivo in cui “Via da qua” è pronunciato davanti un tramonto rosso, davanti a una giornata che finisce. Sono presenti nel brano molti dei valori in cui credo profondamente e che ritrovo spesso negli ambienti umili e informali, quello che sinceramente prediligo. Ho voluto inserire nella solida struttura del brano terzinati ritmici facendo convivere un leggero soffio di Irish con alcuni dei suoni che mi fanno sentire legato alla mia terra”.

Protagonista del video è lo stesso Fabio Curto che attraverso le immagini ha voluto richiamare differenti tematiche: “la sete di libertà di un cavallo e la sua energia sposata alla dolcezza nei suoi occhi, un cavallo costretto a rimanere all’interno di un recinto. In qualche modo questo quadrupede rappresenta un mio alter ego che vuole fuggire e manifestare liberamente la sua forza. Contrapposta la libertà e la spontaneità dei bambini che giocano a nascondino alla sincerità degli sguardi degli anziani impegnati nelle loro fatiche quotidiane. Il mio obiettivo era mostrare come dalla semplicità possano aprirsi panorami infiniti“.

Dunque, un’esortazione alla vita semplice e lenta, in contrasto con il “tutto e subito” nel quale viviamo oggi e sopratutto con quella realtà sempre meno reale e sempre più virtuale che il modello sociale occidentale sta spingendo agli estremi.

E se da una parte, nella musica di Fabio Curto, affiorano le radici calabresi e i valori trasmessi dal quel contesto culturale, dall’altra, emerge tutta la sua esperienza vissuta, la laurea in Scienze politiche, i viaggi, la strada e la gente che hanno dato forma ad un’eccezionale eclettismo di cui è espressione. 

Riguardo al prossimo futuro, Fabio, sta già lavorando al progetto dell’album, ma non ha fretta, ogni cosa a suo tempo!

yescalabria_fabio_curto_02-minFABIO CURTO è un cantautore polistrumentista nato ad Acri (Cs). Conosciuto dal grande pubblico grazie alla vittoria del talent show su Rai 2 THE VOICE OF ITALY 2015. La sua attività musicale antecedente a questo successo è molto varia e particolare: inizia a comporre a 12 anni e ben presto fonda diverse band, tra cui L’Etandonné, genere rock italiano e La Van Guardia, quintetto acustico che sposa lo swing, la rumba e la tradizione Gipsy dei Balcani. Dopo essersi laureato in Scienze politiche decide di intraprendere l’arte di strada esibendosi in gran parte dell’Europa. Dopo la vittoria del Talent pubblica un Ep con Universal nel quale sono contenuti brani cantati e suonati durante il programma più tre brani originali. Tra i riconoscimenti più importanti vanno ricordati il Premio Mia Martini giovaniPremio Stella del Sud, sezione musica e social e il Premio letterario Nazionale Vincenzo Padula. È attualmente attivo con live acustici in tutta Italia da solo o accompagnato dalla sua band.

Per maggiori info:

Sito

Pagina Facebook

Video del brano “Via da qua”

Tagged on: