11 maggio 2018

Gianni Sapone incontra gli studenti dell’ITT Panella-Vallauri

L’eccellenza del Made in Italy Gianni Sapone ritorna nella sua terra per parlare ai giovani. Il workshop che lo ha visto protagonista si è tenuto questa mattina presso l’Aula Magna dell’ITT Panella-Vallauri.

L’incontro rientra nell’ambito dell’International Fashion Week 2018, promosso dalla Camera Nazionale Giovani Fashion Designer in collaborazione con l’assessorato alle attività produttive e politiche giovanili del Comune di Reggio Calabria.

“A grande richiesta, è stato riproposto Gianni per interfacciarsi con i ragazzi”, ha esordito la presidente della Camera Nazionale Giovani Fashion Designer, Alessandra Giulivo.

Gianni Sapone, diplomatosi al Liceo Artistico Preti-Frangipane, ha coltivato il suo sogno riuscendo a realizzare una casa di moda haute-couture che opera sul territorio nazionale ed internazionale, e anche quest’anno è a Reggio Calabria per trasmettere ai giovani creatività, talento, bellezza, sacrificio. “Se puoi sognarlo, puoi farlo”, è un noto motto che fa suo, che lo ha spinto da ragazzo a lasciare la sua città e a diventare quello che è oggi. Ha studiato all’Accademia di Costume e di Moda a Roma, avendo come maestro, tra gli altri, Fausto Sarli. “Mi faceva raccogliere gli spilli da terra; poi con lui ho fatto 25 collezioni”. Dopo tanta gavetta e sacrificio, Gianni Sapone ce l’ha fatta, ma a sua detta oggi non racconta la “favola di Cenerentola”: “ho dovuto fare il cameriere per pagare gli studi; è stato il periodo più bello della mia vita. Ho avuto tanto dalla moda, anche se ancora ho tanto da imparare”.

Gianni Sapone ha da sempre amato l’haute couture, dove a parer suo la creatività si esprime al meglio. Rigorosamente Made in Italy, per lui la moda non è paillettes, ma è cultura e sapere. Ai ragazzi dice di studiare la storia del costume, di “ammazzarsi” le mani con i tessuti, di credere prima di tutto in loro stessi, senza appoggiarsi a nessuno.

“Abbiate umiltà e non fatevi soffocare dall’ignoranza – afferma – la Calabria ha tanto da dare”. E alla Calabria si ispira la sua nuova collezione, “Femmina”, in passerella domani al Teatro Francesco Cilea per il primo giorno di sfilate dell’International Fashion Week, che lo vede ospite d’eccezione. “Femmina” è nata osservando il clima che si crea ogni anno intorno alla Festa della Madonna della Consolazione di Reggio Calabria, dove le “femmine”, per l’appunto, sono in processione “vestite di dignità”. 

Gianni Sapone si interfaccia in maniera spontanea con i giovani, sui quali investe molto l’assessorato alle attività produttive e politiche giovanili del Comune. “Abbiamo il dovere di fare conoscere le eccellenze reggine – dichiara stamane l’assessore al ramo Saverio Anghelone – l’obiettivo è dare consigli, creare occupazione”.

Offrire opportunità finora inesistenti è un passo importante a cui crede fermamente la dirigente comunale alle politiche giovanili, Carmen Stracuzza, presente all’incontro odierno insieme anche all’assessore all’Istruzione, nonché dirigente scolastico dell’ITT Panella-Vallauri, Anna Nucera,: “Ci sembrava assurdo – è il suo incipit – che una città come Reggio Calabria non avesse un corso di moda. È  importante coltivare il gusto del bello, perché solo la bellezza ci può salvare”.

Sedute tra gli studenti, anche le ragazze dell’Istituto Di Moda Burgo, sede di Reggio Calabria.