Giornate Europee del Patrimonio in Calabria

19 e 20 settembre quattro eventi per conoscere il territorio

Quattro gli appuntamenti che segneranno le Giornate Europee del Patrimonio in Calabria tra il 19 e il 20 settembre prossimi. Anche quest’anno la Soprintendenza delle Belle arti e paesaggio della Calabria partecipa all’appuntamento organizzato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, per promuovere il territorio e le sue ricchezze, scoprendo siti particolari e di grande interesse.

Sabato 19 settembre, dalle ore 8:00 alle 20:00, è stata programmata la presentazione e la visita guidata del Parco delle Vergini di S. Chiara e della Cattolica di Stilo, in provincia di Reggio di Calabria, a conclusione dei lavori di rimessa in luce dei ruderi del convento e del nuovo percorso di accesso alla chiesetta bizantina.

Dal titolo “La bellezza e il degrado. Restauri problematici”, l’evento fissato per sabato 19 settembre 2015 dalle ore 20:00 alle 24:00, che prevede l’apertura straordinaria del Laboratorio di restauro di S. Francesco d’Assisi a Cosenza e la visita guidata dei ruderi del monastero benedettino di Sancta Maria Ancillarum Dei, attigui al complesso monumentale. I tecnici della Soprintendenza Architettonica descriveranno la cosiddetta “basilichetta” recentemente “riemersa” e consolidata, mentre i restauratori del laboratorio esporranno le problematiche dell’intervento in corso su un dipinto su tavola di un ignoto maestro napoletano del sec. XV.

Sulle risorse alimentari e le testimonianze architettoniche che segnano il territorio e le ricadute sulle tradizioni popolari, altri due appuntamenti dal titolo “La filiera del cibo sul territorio calabrese”. Il primo, sabato 19 settembre dalle ore 10:00 alle 18:00, prevede la presentazione e la visita guidata della Tonnara di Bivona. La forte tradizione della pesca del tonno nei centri costieri del Vibonese nei secoli passati ha lasciato diverse strutture industriali, oggi abbandonate e in attesa di valorizzazione, che per la loro notevole valenza storica sono a pieno titolo i simboli del contesto ambientale e paesaggistico in cui sono inseriti. Su questa stessa linea, la presentazione e visita guidata dei Mulini della Vallata del Gallico, vicino a Reggio Calabria, prevista per domenica 20 settembre 2015 dalle ore 10,00 alle ore 18,00. Gli innumerevoli corsi d’acqua sul territorio calabrese hanno permesso la diffusione di mulini a energia idraulica, per lungo tempo punti di riferimento per l’economia locale. L’uso dell’energia elettrica li mandò rapidamente in disuso e oggi, inseriti in un contesto paesaggistico di grande suggestione alle pendici dell’Aspromonte, rappresentano un’importante testimonianza di archeologia industriale.