Grande Festa dei Musei dal 18 al 20 maggio. Cosa propongono quelli comunali

Comincia il lungo weekend dei Musei. Venerdì 18 maggio è la Giornata Internazionale dei Musei e per questa occasione il Museo dei Brettii e degli Enotri propone – sulla scia del tema lanciato da ICOM che ha istituito questo appuntamento con un coinvolgimento nella passata edizione di 157 Paesi e 36mila musei –  un’occasione di confronto e riflessione su “Musei archeologici e innovazione tecnologica: reti e connessioni” che si terrà alle 16.30. Interverranno gli esperti dell’UniCal Stefania Mancuso – docente di archeologia classica e didattica del Parco e del Museo – Maurizio Muzzupappa, docente di Strumenti e Metodi per il Design; Menotti Lucchetta, Dirigente del settore ricerca, innovazione, alta formazione ed università della Regione Calabria.

Nell’occasione, la Dirigente del Liceo Scientifico Statale “G.B. Scorza”, Carla Savaglio, presenterà il progetto di alternanza scuola lavoro, “Dal reperto al modello 3D”,  realizzato presso il Museo dei Brettii e degli Enotri con la collaborazione della 3D Research spin-off dell’UniCal.

Sabato 19 maggio comincia la Festa dei Musei che ha il suo picco nella Notte dei Musei, tra sabato e domenica. Il Museo dei Brettii e degli Enotri, con Museion e la cooperativa Dignità del lavoro, propongono un programma attrattivo tanto per il pubblico adulto che per i bambini e, soprattutto, che intreccia attività di vario genere.  Si comincia dalle ore 16.30 di sabato 19 maggio con i laboratori di scrittura creativa; dalle ore 19 alle ore 21, degustazione guidata di vini a cura della Federazione Italiana Sommelier, con Gennaro Convertini che è presidente dell’enoteca regionale e, a seguire, la visita guidata al Museo. Per entrambe queste attività è necessaria la prenotazione.  Dalle ore 21.30 e fino a mezzanotte l’intrattenimento è musicale con il Thyrrenian Quartet, due le visite guidate (alle ore 22 e alle ore 23, da prenotare).

Il solo ingresso al Museo, dalle ore 19, ha il costo simbolico di 1 euro.

Notte dei Musei anche al BoCS Museum nel complesso di San Domenico, dove l’arte parla i linguaggi della contemporaneità. Il Museo resta aperto ai visitatori per tutta la serata e, dopo la mezzanotte,  nel segno della contemporaneità è anche la musica di Vincenzo Nac dj set.

La rete museale cittadina è ben più ampia, ogni struttura partecipa alla tre giorni dedicata ai Musei: oltre alle strutture comunali ricordiamo la Galleria Nazionale, il Museo Multimediale di piazza Bilotti, il Museo Consentia Itinera-Villa Rendano, il Museo Diocesano, il Museo del Fumetto. Tutti saranno facilmente raggiungibili grazie alla Circolare dei Musei, istituita dall’AMACO, al suo debutto ufficiale. Nella Notte dei Musei sarà attiva fino alle 2 del mattino.

    Tagged on: