3 maggio 2018

Musei del Territorio in Calabria

Il Convegno di museografia dal titolo “Musei del territorio in Calabria” che si terrà il 7 maggio 2018 a Santa Domenica di Ricadi presso il Palazzo Fazzari, è organizzato dai Comuni di Ricadi, Soriano Calabro e Zungri (firmatari di un protocollo d’intesa finalizzato alla costituzione di una più ampia rete solidale tra i musei non statali della Regione Calabria) in collaborazione con la RETE MUSEALE di Ricadi, Soriano C. e Zungri, il Museo dei Brettii ed Enotri e le associazioni AMEI, DIAGONAL, FAI Calabria, SIMBDEA, e con il patrocinio del CONSIGLIO Regione Calabria, della SABAP di Cosenza, Crotone e Catanzaro, della SABAP di Reggio Calabria e Vibo Valentia, l’ORDINE degli architetti di Vibo Valentia e di alcune Associazioni (ANCI, ICOM, MUSEO NAVIGANTE) che a vario titolo operano nell’ambito della tutela e valorizzazione del patrimonio culturale.

L’incontro ha lo scopo di mettere a fuoco e discutere le diverse problematiche che si riscontrano nelle istituzioni museali calabresi, alcune di carattere generale, altre più specifiche legate alle diverse tipologie delle raccolte, e di sensibilizzare e informare amministratori, professionisti e operatori museali sulla necessità di definire il progetto culturale dei Musei e di identificare le tappe del percorso di miglioramento dei servizi offerti. La tavola rotonda conclusiva ha l’obiettivo di aprire una riflessione sulle prospettive legate alle forme di collegamento tra i musei calabresi, in vista di una loro futura aggregazione, nella direzione auspicata dalla stessa Regione Calabria oltre che dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (DM n. 113 del 21/02/2018).

Si ritiene che l’avvio di una rete solidale ( Stato, Regione, Associazioni, Musei) possa agevolare le comunità locali, che fondano il loro sviluppo economico e sociale anche sull’istituzione museale; tutto questo per conseguire alcuni obiettivi gestionali e culturali  (sicurezza delle sedi, didattica, scientificità degli allestimenti, promozione del territorio e del paesaggio ecc.) che definiscono le peculiarità dell’istituzione museale che, pur essendo espressione della comunità di appartenenza, deve dialogare col più ampio ambito nazionale ed europeo. A questa rete, accanto allo Stato ( Poli museali e Soprintendenze territoriali), alla Regione Calabria e ai Comuni interessati,  si propongono di partecipare, con ruolo e spirito di servizio, anche le associazioni calabresi che nella loro mission sono collegate o all’attività di tutela e di valorizzazione del territorio, del patrimonio culturale e del paesaggio (DIAGONAL, FAI Calabria) o direttamente all’ambito museale (AMEI, SIMBDEA) per fungere da supporto, se richiesto, all’attività dei musei sia a livello di documentazione (inventariazione, catalogazione) che di valorizzazione (didattica, iniziative), nel rispetto dei reciproci ruoli e spazi.

Il Convegno rappresenta la prima tappa di un progetto culturale più articolato che le associazioni proponenti intendono realizzare con l’obiettivo di indagare le peculiarità, le caratteristiche, le criticità in particolare dei musei civici, ecclesiastici e privati che hanno un ruolo di grande importanza per la conservazione della memoria e delle tradizioni, la tutela e la valorizzazione del patrimonio locale e la promozione delle tipicità e del paesaggio nel quale operano.

Ulteriori incontri sono previsti nei prossimi mesi per approfondire tematiche complesse del lavoro museale:

  • L’Architettura dei Musei. Gestione e sicurezza. (Convegno da tenersi a giugno a Reggio Calabria);
  • Il Museo, il Territorio e il Paesaggio (Convegno da tenersi a luglio a Cosenza)

Naturalmente tutto questo processo è legato non solo all’iniziale obiettivo del conseguimento degli standard regionali da parte della maggior parte dei musei calabresi, ma alla costruzione di un sistema museale che passi attraverso forme iniziali di associazionismo tra i musei territoriali.

Si invitano pertanto tutti i Musei ad aderire al Convegno di giorno 7 maggio a Santa Domenica di Ricadi e alle iniziative proposte partecipando attivamente al dibattito.

 

Tagged on: