Musica al Museo con il Recital “Flute Passion” del Maestro Elena Cecconi

Le note del flauto del Maestro Elena Cecconi al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria portate dal Conservatorio “Francesco Cilea”.

Mercoledì 11 ottobre, alle 18, nella sala conferenze del MArRC il “Flute Passion” ispirato a musiche che ripercorrono la letteratura musicale dal 1700 al secolo scorso.

Telemann, Kulhau, Mercadante, Debussy e Piazzola, per citare gli autori più celebri con i quali la flautista delizierà l’udito del pubblico e degli appassionati.

La Cecconi si esibirà con un flauto Haynes d’oro 14 K appartenuto a Severino Gazzelloni.

«Il MArRC continua a proporsi quale luogo ideale per le iniziative per la città, la Calabria e la vicina Sicilia – commenta il Direttore Carmelo Malacrino. Virtuosa è la partnership avviata con il Conservatorio “Francesco Cilea”, suggellata anche dalle serate musicali organizzate questa estate. Un’occasione per i visitatori, dopo la visita alle collezioni e al nostro patrimonio artistico, di fermarsi e apprezzare anche la musica d’autore, in linea con la visione di apertura e fusione tra le arti voluta dal Ministro Franceschini. Ringrazio – conclude – il Presidente del Conservatorio Daniela De Blasio e il Direttore Francesco Barillà per l’attenzione rivolta al Museo e l’impegno per la realizzazione, in sinergia, di eventi di spessore culturale».

Elena Cecconi, docente di flauto presso il Conservatorio di Genova, è vincitrice di concorsi nazionali e internazionali e vanta una carriera concertistica a livello mondiale con direttori del calibro di Ferro, Soudant, Boder e Michelangeli. Direttore e Artistico di Space Renaissance Italia, fa parte dei Donatori di Musica ed è Dama Magistrale dei Cavalieri di Malta.

«Il concerto nasce dalle collaborazioni con il Museo, all’interno della XXVII Stagione Concertistica del Cilea – spiega il Direttore Barillà. Il Maestro Cecconi, docente in numerosi masterclass in Europa, Sud America e Stati Uniti, ne ha appena concluso uno proprio a Reggio Calabria. Un’opportunità straordinaria per i nostri studenti di potenziare le loro conoscenze e la tecnica. Il concerto sarà un’occasione unica per ascoltare la maestria della docente».

Al livello E  del Museo, la possibilità di ammirare la mostra temporanea “Zankle e Rhegion. Due città a controllo dello Stretto”, curata da Carmelo Malacrino e Gabriella Tigano, della Soprintendenza della Sicilia. L’esposizione sarà allestita sino al prossimo 31 gennaio.

Tagged on: