I talenti premiati a Rizziconi con l’ “Elmo”

foto fb IMG_2680-min_miniL’istituzione di un premio comporta precise scelte e la caparbietà di portarle avanti. Il premio “Elmo”, giunto alla IV edizione, si è contraddistinto non solo per aver mantenuto le proprie caratteristiche insite nella sua fondazione. Gli organizzatori hanno avuto infatti l’arguzia di innovarsi rimanendo fedeli alle origini. Artefice della creazione del premio l’Associazione culturale “Piazza Dalì”, presieduta da Gianmarco Pulimeni, che guida un giovane gruppo vivace culturalmente che opera a Rizziconi, cittadina della provincia di Reggio Calabria.

L’oggetto consegnato ai premiati è ispirato all’elmo di San Teodoro, patrono della città. L’intuito di innovarsi nella continuità si è concretizzato con diversi eventi che sono rientrati nella “Settimana dell’arte” fino alla conclusione della kermesse il 31 luglio, serata della premiazione tenutasi in piazza “Marconi”. Nel corso della serata, condotta dalla giornalista Marina Malara, è stato assegnato il premio a Paride Leporace, attuale direttore della “Lucana Film Commission” e già direttore di “Quotidiano del Sud” e “Calabria Ora”. Nella stessa categoria il riconoscimento se l’è aggiudicato il catanese Massimo Maugeri, scrittore e conduttore radiofonico che ha un seguito importante su internet con il blog che ha fondato e che cura: “letteratitudine.it.”.

Per la categoria Fondazioni-Associazioni, il premio è stato consegnato all’associazione culturale messinese “La zattera dell’Arte” diretta da Ninni Panzera, autore di apprezzati volumi a sfondo cinematografico, segretario generale della trentennale “Taormina Arte”. “Elmo” conferito anche al Museo del Presente di Rende: un grande spazio culturale che racchiude il “Laboratorio dei Pensieri”, il “Belvedere delle Arti e delle Scienze”; il museo è molto attivo nelle proposte di mostre d’arte moderna e contemporanea, fotografiche, cineforum, spettacoli, a ritirare il premio Gianluca Covelli curatore del Museo. Giovanni Longo e Giuseppe Lo Schiavo rappresentano invece il nuovo che avanza, i talenti calabresi che riescono a farsi notare nel mondo. Nella sezione Artisti i due hanno ricevuto il riconoscimento. Il primo è uno scultore, un’artista poliedrico che ha esposto in numerose gallerie in Europa e nel mondo. Giuseppe è un fotografo originario di Pizzo che vive a Londra e che si fa notare per i suoi lavori di avanguardia a livello internazionale.  Nel corso della “Settimana dell’arte”, altre ai due autori premiati, molteplici sono stati i protagonisti: Luigia Granata, Anna Luana Tallarita, Margarida Cautela, André Picardo, Gianmarco Pulimeni, Tila, Giuseppe Mazzaferro, Giuseppe Perrone, Rinaldo Greco.

Al giovane giornalista Angelo De Luca è stato consegnato il premio speciale: De Luca si è contraddistinto per aver vinto un concorso che lo ha portato a lavorare per un anno nelle redazione della trasmissione “Servizio Pubblico”. Il giornalista calabrese ha realizzato servizi importanti, casi positivi come l’integrazione sociale tra extracomunitari e popolazione locale a Riace .

La Giuria tecnica, presieduta da Rino Cardone ha assegnato l’altro premio speciale anche a Dijana Pavlovic, attrice e attivista per i diritti umani . La manifestazione è potuta crescere nel tempo sicuramente grazie al patrocinio del Comune di Rizziconi e della Regione Calabria, della collaborazione delle associazioni “Arte & Cultura a Taormina”, “Sefora Cardone Onlus” di Potenza e Auser territoriale di Gioia Tauro. Il premio “Elmo”, nella sua interezza, ha espresso grande forza comunicativa: l’intento di trasmettere, far conoscere ciò che di bello e buono nasce in Calabria.