3 maggio 2018

Torna l’International Fashion Week, la kermesse dell’Alta Moda delle nuove generazioni

Reggio Calabria si riconferma la capitale dell’alta moda delle nuove generazioni. Torna dall’11 al 14 maggio, con un pre-opening il 10 maggio, l’International Fashion Week, l’atteso appuntamento con l’arte, lo stile, l’eleganza, la creatività e la bellezza, in una parola la moda. Perché nel Bel Paese il design è parte integrante del nostro percorso identitario, è un fattore culturale oltre che economico, è l’essenza del made in Italy. E Reggio Calabria, con il suo patrimonio storico e il magico scenario che la caratterizza, non poteva rimanere esclusa dal fashion system. Ne è convinta la Camera Nazionale Giovani Fashion Designer (CNGFD) che, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche giovanili ed alle attività produttive del Comune di Reggio Calabria, organizza da ben tre anni l’evento che porta in riva allo Stretto i trend dell’alta moda e lancia le nuove tendenze, dando risalto ai talenti regionali, nazionali e internazionali.

Un evento ormai che fa tendenza! Lo dimostra il nutrito cast di designer che con le loro sfilate animeranno questa edizione. Ad illustrare il programma giovedì 3 maggio presso la Pinacoteca Civica di Reggio Calabria sono stati il presidente e il direttore generale CNGFD, rispettivamente Alessandra Giulivo e Dario Caminiti, insieme all’assessore comunale alle attività produttive e politiche giovanile, Saverio Anghelone e alla dirigente del settore politiche giovanili, Carmela Stracuzza.

La moda torna protagonista a Reggio Calabria” – è stato l’incipit di Tatiana Muraca, addetto stampa CNGFD che ha precisato come l’International Fashion Week non rappresenti solo un contenitore di moda e arte, ma un “momento di confronto generazionale, di sviluppo del territorio, per il territorio”. Tanti infatti gli eventi collaterali alle sfilate: shooting, workshop, mostre che metteranno al centro il fashion system reggino e non, come scuole di moda e accademie, coinvolgendo anche gli istituti superiori.

A dimostrare il legame con la città anche lo spot ufficiale dell’evento girato in alcune delle location simbolo quali la Pinacoteca, il Museo Nazionale della Magna Grecia e l’Arena dello Stretto con l’imponente statua della dea Athena Promachos, protettrice della città, a chiudere la scena.

La moda ci appartiene – ha commentato il regista Alfredo Muscatello – invitato a prendere la parola dal presidente – la bellezza ci appartiene. L’International Fashion Week è un modo per far ripartire la nostra città”.

A ribadire l’importanza del network creato in questi anni è stata Alessandra Giulivo: “Se oggi siamo qui a presentare questo importantissimo evento è grazie alla sinergia che si è venuta a creare tra la Camera, le Istituzioni e tutti voi i presenti” – ha detto rivolgendosi in primis alle numerose giovani promesse presenti in sala, per poi passare alla presentazione ufficiale del ricco programma della kermesse. “ Avremo modo – ha continuato – di creare molteplici occasioni d’incontro tra le storiche realtà italiane della moda e le nuove realtà produttive e creative internazionali”.

Quattro giorni intensi in cui sarà dato notevole spazio ai giovani talenti, ma anche alle eccellenze internazionali. Gli appuntamenti clou nelle giornate del 12 e del 13 maggio, quando i riflettori si accenderanno sul salone Foyer del Teatro Cilea per le sfilate di moda, suddivise in 4 contenitori: Eccellenze Internazionali e del Made in Italy, Fashion Designer, New Generation (tra le giovani promesse anche Patrizia Sorrentino, riconosciuta imprenditrice della città reggina che ha da poco lanciato, insieme ad altri soci, il brand 2milami )ed Accademie di Moda.

Ad arricchire la manifestazione l’ambito “Golden Muse Award”, il premio assegnato ai personaggi, che a livello nazionale ed internazionale si sono distinti particolarmente per le attività legate al mondo della Moda, dell’Imprenditoria, dell’Arte e della Cultura. Ad annunciare compiaciuta i vincitori di quest’anno è stata Alessandra Giulivo: Lilly Spina, Lino Valeri, Vanessa Foglia e Stefano Blandaleone per le Eccellenze Internazionali del Made in Italy; Johanth Chacon, lo stilista venezuelano che si distingue tra i giovani del fashion system, per l’Eccellenza Internazionale; Patrizia Casale, giornalista, organizzatrice di eventi ed esperta di comunicazione; Domenico Mamone, imprenditore e presidente nazionale UNSIC; Antonio Rositano, imprenditore, editore, organizzatore e direttore artistico di eventi.

Sempre nel segno di dare spazio ai giovani e alimentarne i sogni è un altro importante appuntamento: l’incontro all’istituto Panella – Vallauri con l’astro affermato dell’Alta Moda Gianni Sapone (leggi l’intervista qui). Pluripremiato stilista dell’evento di moda reggino, che quest’anno ha deciso di portare alla sfilata una collezione dedicata alla sua terra, grazie al suo carisma e al suo innato talento, come sottolineato da Alessandra Giulivo, Gianni è riuscito già l’anno scorso a conquistare i ragazzi e a trasmettergli la sua passione.

Parole di stima allo stilista sono arrivate anche dalla dirigente del settore politiche giovanili, Carmela Stracuzza: “Gianni Sapone ha rappresentato l’anno scorso una grande ricchezza”, tanto da riuscire a convincere diversi studenti, nonostante le ristrettezze economiche, a seguire i propri sogni continuando gli studi accademici nella moda. La Stracuzza ha poi evidenziato l’importante ruolo del settore delle politiche giovanili come “collegamento” tra i ragazzi e il territorio, cercando di creare opportunità di lavoro, mediante strumenti di sostegno allo sviluppo come il Provvedimento ministeriale “Resto al Sud”. Un invito ai giovani a rivolgersi allo sportello del settore è venuto anche dall’assessore Anghelone che ha concluso l’incontro riconoscendo l’alto valore della kermesse che in 3 anni ha avvicinato alla città dello Stretto tanti talenti della moda.

 

In allegato il programma_fashion_week