3 maggio 2018

Venerdì 4 maggio, ore 17.30, conferenza del professor Ortwin Dally direttore Dell’istituto Archeologico Germanico di Roma

L’Università Mediterranea di Reggio Calabria e il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, in collaborazione con Touring Club e con l’associazione “Amici del Museo”, organizzano la conferenza del professor Ortwin Dally, direttore dell’Istituto Archeologico Germanico di Roma, sul tema “La prima fase della colonizzazione greca: Mar Nero e Mediterraneo Occidentale”, venerdì 4 maggio 2018, alle ore 17.30, nella Sala Conferenze del MArRC.

Introdurrà il professore Felice Costabile, docente di Diritto Romano e Diritti dell’Antichità all’Università Mediterranea di Reggio Calabria. La collaborazione con l’Istituto Archeologico Germanico è ultracentenaria, come spiega il professore Costabile: «È iniziata nel Regno d’Italia, con gli scavi a Locri Epizefiri, condotti da Paolo Orsi, allora bibliotecario a Firenze, per la prima volta in Calabria come archeologo, insieme all’allora segretario dell’Imperiale Istituto Archeologico Germanico di Roma, Eugen Petersen. Era il 1889. Fu l’atto di nascita ufficiale dell’Archeologia, in senso istituzionale e scientifico, in Calabria. Fino a quel momento, gli scavi erano un’attività amatoriale».

«È un onore potere ospitare il direttore Dally nel nostro Museo», afferma il direttore del MArRC Carmelo Malacrino. «La sua conferenza illuminerà aspetti fondamentali e ancora poco noti sulle prime fasi della colonizzazione greca. È una sinergia importante, che affonda le sue radici nella storia dell’archeologia calabrese, sulla quale dobbiamo nuovamente puntare». E aggiunge: «Il Museo è il luogo della conoscenza e questa è una importante occasione  a servizio del territorio».

Grande successo per la giornata del primo maggio al MArRC, che ha accolto nei suoi spazi quasi 1500 visitatori. Tra gli ospiti, anche una una delegazione di giornalisti che avevano partecipato alla manifestazione-giornata formativa promossa a Reggio Calabria dalla Federazione nazionale della stampa italiana, in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti della Calabria e con gli altri enti di categoria, sul tema del lavoro. A conclusione della giornata, si è recata in visita al MArRC. Ad accogliergli, due “guide” eccezionali, per una esperienza unica alla scoperta del principale attrattore turistico e culturale della regione, con migliaia di reperti provenienti da tutta la Calabria esposti in oltre 200 vetrine: Il direttore Malacrino e il responsabile della biblioteca del Museo, Giacomo Maria Oliva, che li ha accompagnati nella visita.