(Ita) 50 anni e 41 metri di Architettura a Reggio Calabria

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language. Or use Google Translate selecting a language here:

Nel dicembre del 1967 nasceva a Reggio il Libero Istituto Universitario Statale di Architettura. Era la prima istituzione universitaria della città di Reggio Calabria. Ed eravamo all’inizio di un periodo che avrebbe segnato, nel bene e nel male, un punto di svolta nella vita civile e sociale della Regione. L’Istituto di Architettura fu il primo nucleo di quello che poi diventerà l’Ateneo reggino.

Nell’ambito delle iniziative per il cinquantenario di Architettura, il Dipartimento di Architettura e Territorio (dArTe) vuole rimarcare questa ricorrenza uscendo dalle aule universitarie e trovando ospitalità nella Galleria di Palazzo San Giorgio. E lo vuol fare non celebrando la sua storia passata, bensì mostrando il suo lavoro quotidiano, il lavoro che gli studenti fanno sotto la guida dei docenti. Tutto ciò, per rinsaldare i rapporti con la città e soprattutto come atto di fiducia per il futuro.

È un lavoro critico, che vuole ripensare la città e il territorio reggini.

È un lavoro scientifico, al passo con la ricerca nazionale e internazionale.

È un lavoro creativo, che progettando vuole immaginare nuove forme di vita e di interazione sociale.

È un lavoro che travalica i confini del nostro territorio, entrando in dialogo con altri luoghi e altre forme di vita in Italia e nel mondo.

È, infine, la scommessa che offriamo a quelle ragazze e a quei ragazzi che, con l’intelligenza, la memoria e la fantasia, vogliono cambiare dall’interno i luoghi in cui ci muoviamo e il modo in cui interagiamo.

Per questo è stato preparato un tavolo da lavoro lungo quarantuno metri.

La mostra avrà luogo presso la Galleria di Palazzo San Giorgio (Piazza Italia/Corso Garibaldi). Sarà inaugurata giovedì 15 febbraio alle 11:00 e potrà essere visitata fino a domenica 25 febbraio. La mostra ha il patrocinio morale del Comune di Reggio. Saranno esposti i lavori di 8 dottorandi di ricerca e di 47 studenti sotto la guida di 20 docenti.

Parteciperanno all’inaugurazione il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, gli assessori Giuseppe Marino e Anna Nucera, il Magnifico Rettore dell’Ateneo reggino Pasquale Catanoso, il Prorettore Vicario Santo Marcello Zimbone, il Direttore del dArTe Gianfranco Neri.

La mostra è ideata e organizzata dal dArTe Dipartimento di Architettura e Territorio, Direttore Gianfranco Neri, dalla Commissione attività culturali, dal Coordinatore del corso di studi magistrale in Architettura LM-4 c.u., dai Delegati all’Orientamento e all’Internazionalizzazione, dal Dottorato di Ricerca in Architettura e Territorio in collaborazione con il Prorettore all’Orientamento.

L’allestimento della mostra è di Antonello Russo.

Nel corso dell’inaugurazione sarà firmato un accordo di cooperazione tra il Dipartimento di Architettura e Territorio e la Ain Shams University del Cairo (Egitto), con la partecipazione della Delegata all’Internazionalizzazione del dArTe, Marina Tornatora, e dei docenti egiziani Ahmed Sami Abdelrahman Mohamed Mostafa e Mohamed Abdoh Hamed Elfayoumi .

Le scuole superiori possono effettuare delle visite guidate dai docenti del dArTe, coordinate dai delegati all’Orientamento Daniele Colistra (daniele.colistra@unirc.it) e Marinella Arena (marinella.arena@unirc.it).