(Ita) A Castrovillari torna la Festa del Tartufo del Pollino

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language. Or use Google Translate selecting a language here:

Castrovillari celebra il “Convivio d’ottobre” con la Festa del Tartufo. L’appuntamento nel segno della biodiversità tipica del Pollino è fissato per sabato 12 e domenica 13 ottobre.

L’iniziativa, realizzata grazie al contributo della Regione Calabria e l’organizzazione della Pro Loco, del Comune di Castrovillari e dell’associazione “Il Tartufo e la sua Cultura”, insieme alla Gas Pollino prende il via il 12 ottobre, alle 17.30, nella sala interna del Castello Aragonese, con il convegno sulla tipizzazione del tartufo del Pollino. In questa occasione saranno resi noti i primi risultati della ricerca condotta dal CNR/ARSAC nazionale sul tartufo locale, a seguito di una specifica convenzione tra l’amministrazione e l’Organismo di ricerca.

La serata proseguirà alle 20.30 con la Cucina d’Autore con i tartufi del Pollino che prevede l’allestimento di punti ristoro presso il castello Aragonese e i Chiostri del Protoconvento Francescano. Seguiranno alle 21.00 e alle 21.30 due momenti musicali: il primo, a firma di Sarà Danza, dal titolo “Alarico il Musical” si terrà nella Corte del Castello Aragonese; il secondo, in compagnia dei The Pumalives, si svolgerà nel Chiostro del Protoconvento.

Domenica 13 ottobre l’appuntamento è alle ore 15,30 presso il fossato del castello Aragonese  con la “Gara a premi di ricerca per cani da tartufo sul ring”; alle ore 20,30 ritorna la Cucina d’Autore. La serata proseguirà con altri due spettacoli: alle 21.00 sarà la volta di “Dado Show l’impertinente” presso la corte del Castello; alle 21,30 andrà in scena l’espressività “Carmine Mazzotta in acustica”, presso il chiostro del Protoconvento.

La manifestazione esprime la volontà dell’amministrazione comunale di valorizzare il territorio, nella consapevolezza che, come ribadito dal sindaco Domenico Lo Polito, “le risorse hanno bisogno di essere accompagnate per aiutare lo sviluppo sostenibile”.