(Ita) A Ecolandia la seconda tappa del Peperoncino Jazz Festival con l’Uri Caine Trio

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language. Or use Google Translate selecting a language here:

Ecolandia ospita la seconda tappa della XVIII edizione del Peperoncino Jazz Festival, tra i più importanti eventi jazzistici nazionali, finanziato dalla Regione Calabria tra i “grandi eventi internazionali”.

Il 22 luglio alle 21.00 appuntamento al parco ludico, tecnologico e ambientale di Reggio Calabria con il concerto in trio di Uri Caine, tra i più autorevoli interpreti del jazz contemporaneo.

L’evento, organizzato in collaborazione con il Face Festival e il Play Music Festival, unisce la vocazione internazionale della musica di qualità a una finalità sociale. Il 20% dell’incasso – come annunciato dal presidente di Ecolandia, Tonino Perna, durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento – sarà devoluto all’Hospice Via delle Stelle. La notizia della chiusura della struttura che accompagna i malati terminali nell’ultima fase della loro vita, ha lasciato la collettività reggina sgomenta.

Ci sentiamo molto vicini ai lavoratori dell’Hospice – ha commentato Marcello Spagnolo, responsabile eventi di Ecolandia. “È incredibile che una struttura con un valore sociale e umano così importante debba soffrire a causa dei finanziamenti altalenanti”.  La solidarietà degli operatori di Ecolandia è stata corale, consapevoli anche loro delle difficoltà di dipendere dai finanziamenti progettuali.

Marcello Spagnolo ha colto l’occasione per lanciare un invito all’amministrazione e al terzo settore affinché si attivi un tavolo di lavoro per realizzare un piano di sviluppo concordato per la valorizzazione dei beni culturali.

“Secondo l’articolo pubblicato su Il Sole 24 Ore – ha aggiunto Spagnolo – le attività culturali rappresentano il motore dell’economia italiana”.

A riportarci sulla via della musica è stato Alessio Laganà, coordinatore del festival, che ha fatto le veci del direttore artistico Sergio Gimigliano.  Il secondo grande appuntamento del Peperoncino Festival porta a Ecolandia la musica senza barriere di Uri Caine. Un artista tra i più quotati degli ultimi trent’anni, ha basato la sua produzione a metà tra il jazz e la musica classica, rivisitando grandi brani di autori cult quali Mozart, Verdi, Schumann e Bach con un’interpretazione molto originale. In questo caso si presenta con il suo gruppo americano, formato da Mark Helias al contrabbasso e Clarence Penn alla batteria, con i quali ha realizzato i suoi due ultimi dischi.

È un jazz molto divertente, arioso e appetibile a un pubblico variegato – ha concluso Alessio Laganà. Non è un concerto solo per appassionati del jazz, ma un evento a tutto tondo che aggraderà molto anche gli amanti del repertorio classico e della musica in generale.

Ricordando lo scopo benefico dell’evento, vi diamo appuntamento al 22 luglio, ore 21.00.

Per maggiori informazioni sulla prevendita, vi invitiamo a leggere qui