(Ita) Arte al Forte. Presentata la lunga estate di eventi a Ecolandia

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language. Or use Google Translate selecting a language here:

Ecolandia si prepara ad offrire ai reggini una lunga estate di eventi! È stato presentato il 25 giugno presso la Pinacoteca comunale di Reggio Calabria il cartellone “Arte al Forte”.

Tra musica, mostre, cinema e teatro, Ecolandia pone l’accento sull’arte e la cultura, proponendo un fitto calendario che dal 28 giugno terminerà il 15 settembre.

Sarà lo spettacolo “Come un’anomalia, 20 anni senza Fabrizio De André,  messo in scena dalla “Compagnia del Teatro di Mu”, ad inaugurare la stagione che si caratterizza, come ha evidenziato il presidente di Ecolandia, Tonino Perna, per la commistione tra local e global, tra artisti e gruppi del territorio calabrese e autori di calibro nazionale e internazionale.

È un cartellone degno di una città come Reggio Calabria, che dà lustro a Ecolandia e alla parte nord del territorio”, ha affermato Nicola Paris, consigliere delegato del sindaco Giuseppe Falcomatà ai Grandi Eventi, portando il saluto dell’amministrazione e un sentito ringraziamento per il lavoro svolto al Consorzio pubblico-privato che gestisce Ecolandia.

Un lavoro che premia anche la filosofia che anima la macchina organizzativa, ovvero “il fare rete” con altri soggetti, quali il  Peperoncino Festival ed Ecojazz, che quest’anno compie 28 anni. Una data che plaude all’intenso lavoro del direttore artistico Gianni Laganà, elogiato da Perna per la costanza, la caparbietà e la capacità di portare in riva allo Stretto autentici talenti del jazz.

Tra le new entry invece, oltre la mostra di artisti contemporanei africani che suggellerà la stagione nel segno della cooperazione – portata avanti all’interno del Parco dall’associazione Azimut –  due grandi eventi che portano la firma del Teatro Golden di Roma: “Cetra una volta”, un tributo al quartetto più celebre del palcoscenico e della  televisione italiana dagli anni ’40 agli anni ’80, rivisitato e un omaggio a Rino Gaetano, realizzato da noti personaggi dello spettacolo.  Per promuovere il cinema come linguaggio universale il 14 luglio sarà la volta di una rassegna sui cortometraggi russi. Un festival molto sentito che ha scelto Ecolandia come location di presentazione.

Il cuore dell’estate al Parco è sempre all’insegna del Face Festival organizzato con la direzione artistica di Paolo Genoese e Paolo Albanese. Per la nona edizione gli organizzatori hanno deciso di “guardare all’anima del progetto”, rivolgendo il loro interesse all’ecologia. Il tema scelto è “Sudconscio”, un acronimo che Genoese si è rifiutato di spiegare invitando gli utenti a visitare la mostra ed eventualmente registrare, nell’area preposta del festival, un audio delle emozioni suscitate.  Saranno 30 gli artisti che animeranno la kermesse, scandita da cinque momenti forti: si parte il 18 luglio con “Blair Crimmins and the Hookers” e “Yosonu”; il 19 luglio sarà la volta di Antonio Sorgentone, l’estroso pianista che ha vinto, conquistando giudici e platea, l’edizione 2019 di Italia’s Got Talent;  il 21 luglio si esibirà il cantante e performer Peppe Voltarelli; il 25 luglio andrà in scena lo spettacolo teatrale di Fabrizio Paladin;  il 28 luglio chiuderà il Face l’Afrodite Tour di Dimartino, cantautore di grande qualità.

L’estate continua a Ecolandia con un agosto infuocato, tra musica e teatro. A illustrare gli altri eventi in calendario è stato il responsabile della stagione artistica del Parco, Marcello Spagnolo dopo aver chiarito la volontà di quest’anno di “evitare sovrapposizioni con altri eventi organizzati in città”, confermando lo sforzo organizzativo di contenere il prezzo del biglietto d’ingresso, per favorire la partecipazione di tutti. “Anche questo per noi rappresenta la filosofia superabile che sta guidando le scelte del Parco con il sostegno di enti importanti come Fondazione con il sud, Carical, Vismara ed Ente Parco d’Aspromonte”.

Altro momento clou sarà la già citata 28esima edizione dell’Ecojazz, dal 7 al 10 agosto (il programma sarà presentato in una conferenza specifica). Altri appuntamenti da non perdere sono: il CortoConcerto organizzato il 7 luglio insieme all’associazione Agimus, con ospiti importanti come Alma Manera, Pasquale Faucitano e l’orchestra di fiati Melicucco diretta da Maurizio Malagò; i “Carmina Burana” il 10 luglio con l’associazione Free Togheter.

Da non perdere, infine, gli eventi del Peperoncino jazz: il 22 luglio grande serata con il concerto del trio Uri Caine, figure emblema del panorama jazzistico mondiale che ne ha ridefinito il linguaggio degli ultimi trent’anni; il  26 agosto, un tuffo nel soul di Marta High, straordinaria voce e funky diva che ha collaborato con il padrino del Soul , il mitico James Brown. Ancora cinema e teatro con il Pentedattilo Film Fest che proietterà, in una saletta apposita, le pellicole vincitrici delle passate edizioni e con le Officine Jonike Arti che, il 5 settembre, metteranno in scena “Antogone, il sogno della farfalla”.

Siamo orgogliosi di presentare e consolidare una proposta di eventi culturali di alto prestigio” – ha concluso Spagnolo, chiamando tutti a partecipare.

Nel segno del Parco come trait d’union è stato infine l’invito rivolto dal presidente Tonino Perna a tutti gli artisti del territorio: “Ecolandia è uno spazio aperto per i giovani gruppi di spessore”.

Per maggiori informazioni sugli eventi vi invitiamo a consultare la sezione apposita del sito Ecolandia