(Ita) Il Comune di Reggio Calabria istituisce un Fondo di mutuo soccorso

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language. Or use Google Translate selecting a language here:

La giunta comunale di Reggio Calabria si è riunita il 25 marzo in modalità video conferenza e ha deliberato l’istituzione di un “fondo di mutuo soccorso”.

Si tratta di un progetto di raccolta fondi per l’emergenza epidemiologica COVID-19, il cui ricavato, risultante da un conto corrente vincolato, sarà interamente devoluto per fronteggiare l’attuale stato di crisi e per programmare le attività di ripresa al termine dell’emergenza.

Tutti possono donare attraverso un libero versamento da effettuarsi sul conto corrente, intestato al Comune di Reggio Calabria e appositamente vincolato, con IBAN IT30U0306916330100000300003, menzionando la causale “EMERGENZA COVID 19 E RICOSTRUZIONE”.

Il Sindaco è il soggetto coordinatore delle attività e delle procedure relative, al settore Finanze e Tributi è stato demandato l’espletamento dei compiti inerenti l’attivazione del conto vincolato su cui far confluire le donazioni.
Sul sito istituzionale dell’Ente si provvederà a pubblicare l’ammontare aggiornato delle donazioni raccolte e le correlate attività svolte.

La delibera di giunta prende atto che:

in questi giorni associazioni, imprese e cittadini, in relazione allo stato di emergenza epidemiologica che sta interessando direttamente la cittadinanza di Reggio Calabria e della sua intera provincia, hanno già manifestato l’intenzione di effettuare donazioni in danaro per sostenere l’emergenza”.

Altresì si considera che:

il perdurare dell’emergenza sta avendo ricadute non solo sulla salute dei cittadini ma anche sotto il profilo economico atteso che molte persone si stanno ritrovando senza lavoro e molte imprese versano in uno stato di crisi tale per cui è alto il rischio di chiusura e fallimento delle stesse”.

Il provvedimento di giunta richiama inoltre l’art. 66, del D.L. n. 18/2020, avente ad oggetto incentivi fiscali per le erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, la cui disposizione prevede :

per le persone fisiche la detrazione fino al 30% del reddito delle somme che vengono elargite, entro la soglia dei 30 mila euro;
per le imprese un meccanismo di deduzione dal reddito di imprese alla stregua delle erogazioni a favore delle popolazioni colpite dal terremoto.

In sintesi la Giunta comunale ha proceduto tenendo conto di due aspetti: l’aiuto a chi oggi è più in difficoltà e il sostegno alla ripresa delle attività cittadine.
Il Fondo di mutuo soccorso sarà destinato pertanto alla gestione dell’emergenza ed alla programmazione del dopo emergenza.