(Ita) Il Parco Nazionale del Pollino patrimonio dell’Unesco

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language. Or use Google Translate selecting a language here:

Il Parco Nazionale del Pollino ha ottenuto il riconoscimento di Unesco Global Geopark. La più grande area protetta di nuova istituzione in Italia (con i suoi 192.565 ettari), è Patrimonio dell’Unesco.

Lo ha stabilito la 38/ma sessione plenaria della Conferenza Generale dell’Unesco, riunitasi il 17 novembre a Parigi. L’Unesco ha riconosciuto la rete internazionale dei geoparchi – costituita da 120 siti presenti in 33 Paesi del mondo – quale programma ufficiale dell’agenzia Onu individuando la nuova categoria degli “Unesco Global Geoparks”, patrimonio dell’umanità.

Dieci i siti italiani riconosciuti Progetto Prioritario Unesco.

Parco PollinoIl Parco del Pollino, istituito nel 1993, è costituito dai Massicci del Pollino e dell’Orsomarso: una catena montuosa dell’Appennino meridionale, a confine tra la Calabria e la Basilicata. Dalle sue cime, oltre i 2200 metri di altitudine sul livello del mare, tra le più alte del Mezzogiorno d’Italia, si colgono, ad occhio nudo, ad ovest le coste tirreniche di Maratea, di Praia a Mare, di Belvedere Marittimo e ad est il litorale ionico da Sibari a Metaponto.

L’area era entrata a far parte delle Rete Europea e Globale dei Geoparchi, nel mese di settembre, a seguito della conferenza Europea dei Geoparchi tenutasi a Rokua in Finlandia.

«Tale straordinario risultato – ha commentato il presidente dell’Ente Parco del Pollino, Domenico Pappaterra – rappresenta oltre che motivo di orgoglio per il nostro territorio, anche un fondamentale impulso alla corretta gestione, tutela e valorizzazione della geodiversità e del sistema ambientale-culturale del Parco, in quanto Patrimonio dell’Unesco».

L’Unesco Global Geoparks contribuirà ad aumentare la consapevolezza della geodiversità e la promozione delle migliori pratiche di protezione, istruzione e turismo.

Insieme con i siti del patrimonio mondiale e riserve della biosfera, Unesco Global Geoparks  forma una gamma completa di strumenti che contribuiranno alla realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2030, combinando le prospettive globali e locali.