(Ita) Pon Metro: le sfide per una città che cambia

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language. Or use Google Translate selecting a language here:

Pon Metro: le sfide per una città che cambia. Questo il titolo dell’incontro pubblico che sarà ospitato mercoledì 29 luglio (inizio ore 19.00) nella suggestiva cornice del Parco ludico, tecnologico e ambientale “Ecolandia” in località Arghillà.

L’iniziativa promossa dall’Assessorato Politiche comunitarie del Comune di Reggio Calabria, accenderà i riflettori sui progetti di sviluppo messi in atto nella città dello Stretto attraverso le risorse del Pon Metro Città Metropolitane 2014-2020 con particolare riferimento ai quattro asset strategici che lo caratterizzano: inclusione sociale, mobilità sostenibilerigenerazione urbana, e agenda digitale

Nel corso della serata verranno dunque raccontati i percorsi realizzati e gli interventi ancora in atto nell’ambito del PON Metro Reggio Calabria con uno sguardo rivolto, in un’ottica costruttiva e propositiva, ai nuovi scenari disegnati dalla futura programmazione 2021-2027 e dunque al quadro complessivo delle proposte, delle idee e degli spunti progettuali che i diversi soggetti e interlocutori del territorio (enti, associazioni, professionisti, ecc.) vorranno avanzare.

Dopo la presentazione dei progetti e dei cantieri aperti sulla città e la proiezione del video: “Le sfide per una città che cambia”, si entrerà nel vivo dell’iniziativa con un momento di ascolto di testimonianze ed esperienze legate al Pon Metro a cui seguirà il dibattito che vedrà la partecipazione di: Giuseppe Marino, assessore alle Politiche comunitarie Comune di Reggio Calabria, Federico Lasco, dirigente generale Dipartimento Programmazione Regione Sicilia e Giorgio Martini, Autorità di Gestione del PON Città Metropolitane 2014-2020.

Le conclusioni saranno affidate al Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà.