(Ita) ProjectLife fa il punto sul comparto dei prodotti biologici regionali

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language. Or use Google Translate selecting a language here:

Discutere di buone prassi per valorizzare gli aspetti delle potenziali opportunità che il marchio bio può determinare per raggiungere un maggiore valore aggiunto, una maggiore riconoscibilità del prodotto. La ProjectLife all’interno della formazione itinerante sull’agroalimentare promossa grazie al contributo della Regione Calabria – Dipartimento Agricoltura e Risorse Agroalimentari attraverso la Misura 1 – Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 fa il punto sul comparto del bio in regione.

Con una discussione a più voci che vedrà protagonista Maurizio Rodighiero, portavoce regionale di Slow Food Calabria, e Roberto Siviglia, responsabile del mercato di campagna amica Coldiretti Cosenza, il direttore di ProjectLife, Francesco Volpentesta, e gli esperti cooperazione agricola e politiche agricole, rispettivamente Ferdinando Verardi e Maurizio Nicolai, si affronterà e si discuterà il tema della composizione della filiera biologico regionale provando ad individuare soluzioni operative per valorizzare la leva del prodotto bio certificato sui mercati, comunicazione e politiche di marketing.

Giovedì 13 febbraio a partire dalle ore 9.00 presso la sede di ProjectLife Calabria in via Attilio Giuliani (Cosenza), si ritroveranno operatori di settore, agricoltori e professionisti, per un approfondimento dal grande valore formativo.