(Ita) Sabato 8 febbraio, al MArRC, Inaugurazione mostra “Umberto Boccioni”

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language. Or use Google Translate selecting a language here:

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria ha il piacere di ospitare la mostra “Umberto Boccioni. Un percorso”,  a cura di Marisa Cagliostro e Antonella Cucciniello. La dedica espositiva all’artista tra i più significativi del Novecento e tra i massimi esponenti del futurismo, nato a Reggio Calabria da genitori romagnoli, è allestita nello spazio accogliente di Piazza Paolo Orsi, sotto lo sguardo che oltrepassa il tempo dei magnifici Bronzi di Riace dalla sala loro dedicata.

La cerimonia inaugurale si svolgerà domani, sabato 8 febbraio, alle ore 17.30, al MArRC, in Sala Conferenze.

Interverranno, per i saluti: il direttore del Museo, Carmelo Malacrino; il sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatàl’assessore comunale alla Valorizzazione del patrimonio culturale, Irene Calabrò; per la presentazione dell’esposizione:  il mecenate Roberto Bilotti, direttore del Museo d’arte contemporanea che porta il suo nome “Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona”; lo storico e critico dell’arte Alberto Dambruoso, tra l’altro co-curatore con Maurizio Calvesi del Catalogo generale delle opere di Boccioni (Allemandi, 2026); le curatrici, Marisa Cagliostro Antonella Cucciniello

Saranno esposte cinque opere grafiche della Collezione Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona (precedentemente della Collezione Winston Malbin) attualmente in deposito presso la Galleria Nazionale di Palazzo Arnone a Cosenza, per un approfondimento critico artistico della produzione grafica di Boccioni ai primi del Novecento.

In allegato, il comunicato stampa, la locandina dell’evento e l’invito all’Inaugurazione, il disegno protagonista della comunicazione visiva (preparatorio al disegno “La città che sale”) e l’opera “Sviluppo di una bottiglia nello spazio”.