Al via la campagna crowdfunding per la mostra “A Space For Escape” dell’artista russa Olesya

È ufficialmente partita sulla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso la raccolta fondi per la prima personale in Italia dell’artista russa Olesya Lavrinenko dal titolo “A Space For Escape”. L’idea centrale del progetto è il risultato di un mutamento e di una ricerca di nuovi mezzi d’espressione che, come l’artista, ha coinvolto i vari allestimenti della mostra.

La sua prima tappa, presso l’“Institute of Contemporary Art” di Mosca nel giugno del 2018, ha visto l’artista produrre il risultato di una sua lunga ricerca sul concetto dell’Uroboros, ovvero, del fenomeno culturale della ciclicità perpetua e del ritorno ossessivo degli eventi che danno origine a nuovi miti. Il tema, portato in vita attraverso l’uso di toppe in stoffa ricamate a mano con simboli e segni lasciati cadere dal soffitto, aveva lo scopo di reinventare lo spazio rendendolo più misterioso.

Grazie a questa esposizione, Olesya, si aggiudica una borsa di studio che le permette, nel mese di settembre, di realizzare una mostra insieme all’artista Alexandra Mikhaylova presso la Fondazione “Vladimir Smirnov e Konstantin Sorokin” di Mosca. Il risultato della collaborazione tra le due artiste è stata la creazione di uno spazio artistico ricavato dall’uso di tessuti, sculture di plastica e materiali riciclati elevati ad oggetti d’arte.

Il progetto troverà, ora, la sua continuazione logica in una nuova reincarnazione, questa volta in Italia all’interno della mostra “A Space For Escape”, dove lo spazio aspira a diventare una sorte di “sala di meditazione”.

L’obiettivo principale di Olesya Lavrinenko e della curatrice Yulia Shchepeleva sarà l’opportunità di creare, attraverso installazioni, sculture, grafiche e video, una sorta di spazio artistico in cui lo spettatore può fuggire, almeno per un momento, dal flusso quotidiano di informazioni che lo circonda, in particolare dai social network e dai media, e immergersi in uno stato primordiale dell’anima restando allo stesso tempo nella sala espositiva del museo.

A cura di Yulia Shchepeleva, Davide Ioele e Roberto Sottile, la mostra verrà allestita nel mese di Aprile 2019 all’interno del Museo Del Presente di Rende sotto il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del comune di Rende, delle associazioni “Lombardia Russia”, “Casa Russa – Arti Erzia”, “Calabria – Russia”, “Russkiy Mayak Calabria” e del portale d’informazione online “Russia Privet”.

Per Olesya Lavrinenko, nata a Novorossiysk nel 1991 ma che vive stabilmente a Mosca, sarà la prima mostra in Italia dopo aver raccolto molti consensi in ambito internazionale con mostre in Russia, Montenegro e Germania dove si è fatta apprezzare sia come pittrice che come grafica.

Al momento, sta raccogliendo gli ultimi fondi per sostenere le spese di gestione della mostra, affidandosi alla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso dove, chi sia interessato, tramite donazione libera, può partecipare.

Contribuire alla realizzazione della mostra “A Space For Escape” è un modo per partecipare attivamente ad un’esperienza creativa e culturale pensata anche per far conoscere un nuovo modo di pensare l’arte che oltrepassa i confini nazionali italiani. Dare una mano alla realizzazione di questo incontro tra due paesi sarà come contribuire alla costruzione di un ponte culturale tra la Russia e l’Italia. Un ponte chiamato Arte.

Maggiori informazioni qui

 

 

Tagged on: