Al via la terza edizione di SILA3VETTE

1-2-3 Febbraio 2019 nel cuore del Parco Nazionale della Sila, atleti provenienti da ogni parte d’Italia e non solo, torneranno a vivere le emozioni della sfida delle nevi più a Sud d’Europa, l’unica in Italia ad essere in partnership con la Rovaniemi150 Finlandia e l’Iditasport Alaska che hanno conferito negli anni una crescita esponenziale dell’appuntamento sportivo, in quanto detengono un’importanza notevole a livello mondiale.

La cornice da favola dell’evento è Camigliatello Silano, una località montana del paese di Spezzano della Sila.

L’appuntamento, dal sapore estremo, è un mix di sport e avventura capace di stabilire un reale contatto con la natura e con se stessi, superando i propri limiti. La Sila3Vette è un evento invernale unico nel suo genere vista la latitudine del territorio in cui si svolge: boschi fitti e dislivelli costanti abbinati alle forte variazioni meteo dettate dal Mediterraneo, creano un campo di gara di notevole difficoltà dove anche agli sportivi più quotati non è permesso sottovalutare la sfida.

Tre categorie protagoniste FatBike, Ski e Trekking e tre percorsi 80 km, 40 km, 12 km. La partenza in notturna per i percorsi di 80 e 40 km, regala il fascino del grande Nord e l’emozione della notte tra i boschi in solitudine. Mentre, per coloro che vogliono avvicinarsi alla tipologia di gara endurance, l’organizzazione della Sila3Vette ha creato il percorso della 12 km che si svolgerà con una partenza di giorno.

Ad arricchire l’appuntamento, ci sarà anche un fitto programma di attività dedicate non solo ai partecipanti della gara; infatti, Giuseppe Guzzo e Mara Carchidi, ideatori ed organizzatori della Sila3Vette, curano, oltre all’aspetto sportivo, anche quello turistico e culturale unendo allo sport invernale attività di aggregazione. Diversi gli ospiti che prenderanno parte al programma: Luca Bettinsoli che racconterà della sua avventura in Alaska , Ausilia Vistarini l’unica Donna al mondo ad aver terminato l’Iditasport in FatBike, e anche Roberto Cavallo che proietterà il film -documentario “Immondezza” di Mimmo Calopresti che racconta l’eco-maratona di 350 km che vede impegnati testimonial del mondo sportivo in una corsa contro l’abbandono dei rifiuti. E ancora musica, gastronomia e l’immancabile calore del sud anche se a fare da sfondo ci sarà la neve.

Tagged on: