Ecolandia è pronta per una grande estate all’insegna della musica e dello spettacolo

Immagine di www.calabrianotizie.it

Arte, musica e teatro, anche quest’estate Ecolandia si prepara a diventare il sensazionale palcoscenico sullo Stretto per eventi culturali di grande pregio artistico.

Il fitto cartellone che prenderà il via il 6 luglio con il concerto dei Mahout, band che unisce perfettamente rock e reggae, è stato presentato alla stampa giovedì mattina presso il Museo nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria. All’incontro, moderato dal responsabile della comunicazione, Marcello Spagnolo, hanno preso parte il presidente di Ecolandia, Tonino Perna, il direttore del museo, Carmelo Malacrino, l’assessore alla cultura del Comune di Reggio Calabria, Irene Calabrò, l’amministratore unico di Atam, Francesco Perrelli. Oltre alle istituzioni, hanno partecipato alla conferenza anche i direttori dei diversi festival che si susseguiranno, garantendo una stagione di grandi emozioni: Sergio Gimigliano per il Peperoncino Jazz Festival; Paolo Genoese per il Face; Giovanni Laganà per l’Ecojazz. In più Teresa Mascianà che, con Laboratori musicali, organizza il Derive Festival.

L’occasione si è rivelata subito ghiotta per il presidente Perna che ha messo in evidenza come spettacolo e divertimento costituiscano una delle anime di Ecolandia. “Non è facile riassumerle tutte. Si tratta di un cantiere d’idee work in progress, perché il parco vive ed è animato dalle persone che, senza investimenti comunali, reggendosi su progetti e sul sostegno delle Fondazioni, in maniera eroica lavorano per farlo crescere”. Tra questi anche il direttore del Parco, Piero Milasi e l’ingegnere Piero Polimeni, presenti in sala. Perna non dimentica tra gli eroi anche Giovanni Laganà, ideatore di EcoJazz, l’evento musicale nato per risvegliare le coscienze all’indomani dell’assassinio del giudice Antonino Scopelliti e che nel tempo è diventato un’icona della legalità. Portato avanti con passione e dedizione, il festival si sorregge grazie all’apporto di amici e sostenitori, con non pochi sacrifici.

Ma alla fine vince il cuore. Ne è convinto Spagnolo che, nel ringraziare i presenti e in particolare il direttore del museo per l’ospitalità, rilancia il grande messaggio che la rassegna culturale di Ecolandia incarna, ovvero fare rete, creare sinergie che, attraverso la commistione di linguaggi, consentano di far risplendere la bellezza, non solo di un parco, ma anche del territorio reggino.

Un invito raccolto ancora una volta dalle numerose associazioni che con il loro impegno personale e sociale, faranno brillare nel firmamento dell’estate di Ecolandia tantissimi artisti, anche di fama internazionale. Tra queste le associazioni: CAT.On.A, che cura il Face Festival; PICANTO, responsabile del Peperoncino Jazz Festival; ARK BLAKEY che organizza l’EcoJazz. E ancora SCENA NUDA, SOLEDAD, ARTI VISIVE, CALABRIA DIETRO LE QUINTE e RAM FILM.

Siamo molto felici di essere a Reggio per il terzo anno consecutivo” – Sergio Gimigliano dimostra così l’attaccamento a Ecolandia, rivelando come si tratti “di un piccolo fiore all’occhiello del Festival del Peperoncino. Il parco sarà la sensazionale cornice di due dei cinque più importanti eventi musicali della kermesse che vanta 65 spettacoli, patrocini internazionali tra cui quelli d’importanti ambasciate straniere e una risonanza a livello mondiale. Il 15 luglio avremo la possibilità di ascoltare e ammirare la bravura di Christian McBride’s New Jawn, uno dei più grandi jazzisti al mondo, vincitore di 3 Grammy Awards che si esibirà con il gruppo LINE-UP (composto da Nasheet Waits alla batteria; Marcus Strickland, come tenore e Josh Evans alla tromba), mentre il 20 luglio potremo fare un viaggio nella storia del jazz con il Benny Golson Quartet. Golson, artista novantenne rappresenta una leggenda vivente dell’età dell’oro del jazz e si esibirà insieme a Joan Monné al piano, Ignasi Gonzàlez al basso e Jo Krause alla batteria.

Se il Peperoncino Jazz festival ambisce ad unire la Calabria, altrettanto significativo e ambizioso è il messaggio che il Face, l’unico evento in Calabria ad affrontare il rapporto tra arte e sostenibilità, lancia con l’ottava edizione: “Partire (pensare) tornare”. Una riflessione lasciata ai 30 artisti contemporanei calabresi che sono andati via e che, adesso, ritornano.

Vogliamo fare innamorare le persone di questi luoghi”, svela Paolo Genoese chiamando in causa il suo personale percorso di vita.

Ad inaugurare i percorsi performatici e teatrali della rassegna sarà il 21 luglio Teresa De Sio.

Un viaggio “dall’alba al tramonto” è invece il tema proposto da EcoJazz, quest’anno organizzato insieme all’associazione Azimut, che apre i battenti con un incontro speciale, quello tra la musica e la Fata Morgana con il concerto, alle 4.30 del mattino presso la Torre Nervi del Lido Comunale, dell’artista Giovanni Falzone. Ad inaugurare il ciclo di live a Ecolandia, sarà invece Fabio Concato, il 2 agosto, alle 21.30.

A chiudere la rassegna musicale è il concerto, il 27 agosto, di Daniele Sepe e Capitan Capitone, organizzato dall’associazione Laboratori musicali di Teresa Mascianà, dedicata a promuovere e sostenere le band emergenti e a formare tecnici dello spettacolo sul territorio. Nello spirito di sensibilizzare alla musica, gli eventi organizzati dall’associazione sono gratuiti, o meglio autofinanziati, ma per portare a Reggio un nome come Daniele Sepe era fondamentale trovare un supporto. Questo è arrivato proprio da Ecolandia.

Un posto a porte aperte”, lo definisce Teresa che non dimentica di ringraziare l’assessore Calabrò per il supporto nell’organizzazione di alcuni spettacoli al Fortino di Pentimele.

In una città che di solito chiude le porte, Ecolandia ci ha ispirato ed è per questo che abbiamo chiesto il suo sostegno”.

Il cartellone estivo presenta altrettante novità all’insegna del dialogo tra musica e cultura. Tra queste un musical e un concerto di musica classica.

Vogliamo dimostrare che il parco rappresenta una cornice ideale anche per eventi di musica classica e lirica” – ha aggiunto Spagnolo.

Il 7 agosto sarà la volta di Disincantante, la nuova esilarante commedia musicale, miglior musical edito della stagione 2016/2017 che arriva in Italia dopo i successi internazionali, portando in scena divertimento, performance artistica, ma soprattutto una chiave di riflessione sulla figura femminile nei suoi diversi aspetti; il 12 agosto l’atmosfera sarà invece riscaldata dalle note classiche del Barbiere di Siviglia.

La conferenza è stata anche l’occasione per ribadire l’importanza che Ecolandia attribuisce alle sinergie sul territorio, come dimostrano la convenzione con l’Atam e con il museo.

Sappiamo che i trasporti rappresentano un nodo cruciale per Ecolandia” – ha affermato Perrelli confermando il proprio impegno a garantire un servizio navetta per i grandi eventi al Parco che copra le aree di Reggio centro e Villa San Giovanni.

Un collegamento virtuoso che il direttore Malacrino auspica inglobi anche il Museo, nel tentativo di ampliare l’offerta culturale cittadina, rafforzando la collaborazione in atto.

Ecolandia dimostra che a Reggio si possono portare eventi di qualità”, ha concluso l’assessore Calabrò estendendo il plauso al modello di lavoro circolare attivato dal Parco.

Scarica il  programma

    Tagged on: