Filomena Palmieri protagonista con i grani storici di Calabria alla cena sociale dell’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini

La pizza è un piatto semplice ma che può diventare uno degli elementi distintivi dell’immagine gastronomica della Calabria – sostiene Filomena Palmieri.

Un buon impasto, frutto di farine maturate e ben idratate, condito con il meglio della produzione agroalimentare della Calabria ed il gioco è fatto. La pizza, piatto alla base della dieta mediterranea, può diventare davvero l’ambasciatore dell’immagine gastronomica della Calabria nel mondo. Educando nello stesso tempo al gusto ed alla qualità di una buona pizza che nasce dalla scelta accurata delle materia prime.

Lo ha affermato Filomena Palmieri, nominata da Slow Food Ambasciatore della Pizza, nel corso della cena sociale dell’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini, presieduta da Pino Barbino. Ospite dei cuochi cosentini nel suo stand ha proposto un variegato paniere di panificazione, con le varianti di pane senatore cappelli, semola e grano tenero, semola capperi acciughe e cipolletta e olive, farina tipo 1 germe di grano, nduja e curcuma, segale e cereali integrale ed ovviamente una varietà di pizze con impasti a 96 ore di maturazione frutto della fantasia della maestra della pizza castrovillarese.

Rivalutare i grani storici, creare rete con i produttori locali, educare al gusto di scelte sane in cucina sono le direttrici sulle quali si muove l’attività gastronomica di Filomena Palmieri che nei prossime mesi sarà anche protagonista di due importanti eventi del mondo della lievitazione. Ad Aprile infatti sarà protagonista della Città della Pizza a Roma insieme ai più grandi maestri pizzaioli italiani, mentre a Maggio volerà a Milano per l’appuntamento annuale con Tutto Food.

La sua missione è quella di raccontare al Paese le potenzialità della Calabria attraverso le sue pizze che si caratterizzano sempre più per il marchio identitario legato a prodotti a km0 e da produttori di una rete consolidata di eccellenza regionale, scelti personalmente nel corso di una lunga ed appassionata ricerca della qualità e della genuinità.

Tagged on: