La dolcezza in un sol boccone. Mormanno celebra il bocconotto

Dici Mormanno e pensi al bocconotto. Il dolce tipico della città del faro votivo, così chiamato per la sua caratteristica che permette di mangiarlo in un sol boccone, sarà celebrato il prossimo 28 e 29 settembre a Mormanno nel corso della nona edizione della Festa del Bocconotto. Ma c’è una matrice storica nella produzione di questa forma di pastafrolla che oggi ha assunto i connotati di un vero e proprio ambasciatore del gusto per la città del Pollino, di recente protagonista con una forma da guinness dei primati alla festa del peperoncino di Diamante.

In un saggio del professor Domenico Crea, infatti, si narra che a Mormanno già dal 1300 venivano preparati dei «dolci molto simili, le – varchigghije – cucinate dalle monache per la tavole del Vescovo Barone, scrigni di pasta frolla che racchiudevano un ripieno di farina di mandorle e zucchero, che prendevano il loro nome dalle apposite forme di metallo a forma di barca in cui venivano cotti». Poi a partire dal 1800 – «nelle case dei mormannesi si produssero li bucchinòtti: le grandi forme di metallo delle varchigghije vennero sostituite da piccole formine, sempre di metallo, e il costoso ripieno di farina di mandorle venne rimpiazzato con una più reperibile marmellata d’uva fatta in casa».

Oggi la tradizione secolare è stata ereditata dagli artigiani del gusto della città che insieme all’Amministrazione comunale di Mormanno, guidata dal Sindaco Giuseppe Regina, hanno inserito il Bocconotto al centro di una azione più complessiva e strutturata di marketing territoriale per valorizzarne la produzione, sostenere la filiera, utilizzarlo come strumento di racconto di un’identità alimentare che si inserisce nel quadro complessivo del Parco Nazionale del Pollino.

La due giorni che inizia sabato prevede momenti di dibattito, approfondimento e degustazione del dolce di pasta frolla, il concerto di Renanera in piazza 8 Marzo sabato 28 settembre alle ore 21.00, ed il taglio di un bocconotto da guinness dei primati. La domenica invece laboratori esperienziali per bambini sulle modalità di preparazione del dolce tipico di Mormanno, l’esibizione del minifolk del Gruppo Miromagnum, ed un momento di degustazione con la federazione italiana cuochi ed i produttori locali.

Sabato 28 Settembre alle ore 18:00 presso il teatro San Giuseppe il convegno “Bocconotto di Mormanno: prodotto agroalimentare tradizionale – la valorizzazione dei prodotti tipici come volano di sviluppo per le aree interne” vedrà protagonisti il Sindaco, Giuseppe Regina, Antonio bruno, presidente della Pro Loco di Mormanno, bruno Maiolo, direttore generale dell’Arsac, Giuseppe Cersosimo, vice presidente associazione provinciale cuochi cosentini, i produttori del bocconotto, Mauro D’Acri, consigliere regionale con delega all’Agricoltura, Domenico Pappaterra, presidente del Parco Nazionale del Pollino, Fulvia Caligiuri, senatrice della Repubblica, per un ragionamento complessivo sulle potenzialità di sviluppo di questo importante dolce della tradizionale locale.

Tagged on: