A Rende seminari del CNR nelle scuole: la presentazione in comune

Un ciclo di seminari su benessere e ambiente negli istituti d’istruzione superiore: partiranno a Rende il prossimo 24 ottobre “Ambiente. Rischi, risorse, opportunità per costruire benessere”, azione formativa promossa dal Comitato Unico di Garanzia e dell’Istituto per i sistemi agricoli e forestali del Mediterraneo (Isafom) del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) e patrocinata dal comune dell’oltre Campagnano.
Il progetto è stato presentato da Sonia Vivona e Antonella Veltri mercoledì 3 ottobre nella sala del municipio.
“Il nostro patrocinio è un atto di sostanza, non solo formale: crediamo nelle iniziative che possano favorire percorsi di integrazione tra istituzioni culturali e di ricerca ed enti locali”, ha affermato il sindaco di Rende Marcello Manna in apertura della conferenza stampa, proponendo la pubblicazione degli atti dei seminari.
L’assessora alle pari opportunità Marina Pasqua ha ricordato “il percorso già sperimentato dei laboratori di Cittadinanza attiva” di cui l’ente è stato promotore sottolineando come “il progetto possa porre le basi per costruire i cittadini del futuro attraverso la partecipazione democratica”.
Sono state poi illustrate le attività proposte ai circa cento studenti coinvolti e che costituiscono una prosecuzione del progetto “Ricercatori di Verità e Legalità”, approccio multidisciplinare al tema della violenza di genere, della violenza legata a rischi ambientali e del bullismo.
“L’ambiente e il benessere sono le due parole chiave che hanno fatto incontrare i due organismi del Consiglio Nazionale delle Ricerche”, ha dichiarato nel suo intervento Antonella Veltri, ricercatrice del Cnr-Isafom, ricordando che “l’armonizzazione degli elementi naturali favorisce lo stare bene e quindi il benessere di chi abita, vive ed è parte dell’ambiente, cui sono rivolti gli stessi servizi ecosistemici”.
“Questa iniziativa – ha sottolineato Sonia Vivona, project manager e tecnologa del Cnr-Isafom – rientra a tutti gli effetti nella mission del Comitato Unico di Garanzia del CNR che qui rappresento in qualità di componente nazionale, i cui fini istitutivi sono per l’appunto il miglioramento delle condizioni lavorative ed ambientali e l’adozione di strategie per la promozione del benessere attraverso la rimozione degli ostacoli anche di ordine culturale.
Tagged on: