In tournée l’Orchestra Giovanile di Fiati “Paolo Ragone”

Sono il fiore all’occhiello della musica bandistica calabrese. Dal 2009 a oggi hanno collezionato numerosi successi e importanti collaborazioni, conquistandosi l’attenzione dei media nazionali. Sono i 75 strumentisti dell’Orchestra Giovanile di Fiati “Paolo Ragone” di Laureana di Borrello, giovani e giovanissimi tra i 6 e i 20 anni, diretti dal Maestro Maurizio Managò.

A conferma del generale apprezzamento del mondo della musica sinfonica, i giovani musicisti saranno impegnati nei prossimi giorni in una mini-tournée che li porterà in giro per l’Italia, in prestigiose location.

Venerdì 25 settembre sono stati presso i Musei Vaticani, nell’ambito della rassegna promossa dal CIDIM, Comitato Italiano della Musica. Mentre il giorno seguente si sono esibiti nella suggestiva Chiesa di Borgo Carige a Capalbio. Quindi, in occasione della Settimana della Calabria all’Expo, i ragazzi viaggeranno alla volta di Milano, con un concerto che si terrà nel Padiglione Italia sotto l’Albero della Vita, punto centrale e nevralgico dell’esposizione.

L’evento più importante domani, martedì 29 settembre, quando l’Orchestra si esibirà al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, una delle più importanti istituzioni per lo studio della musica d’Italia, dove interpreterà il brano “Mediterraneo” per violoncello solista e fiati, composto e dedicato ai giovani musicisti calabresi dal compositore sardo Lorenzo Pusceddu.

Nata con un intento pedagogico – l’esperienza orchestrale quale strumento metodologico privilegiato per il percorso formativo – in pochissimi anni di attività, l’Orchestra si è esibita nei principali teatri della regione, al Cilea di Reggio Calabria, al Rendano di Cosenza, al Politeama di Catanzaro, al Parco Scolacium di Roccelletta di Borgia, al Festival di CatonaTeatro.

La formazione calabrese ha accompagnato, in diversi concerti, musicisti e cori di fama internazionale e ha collaborato con direttori d’orchestra del calibro di Fulvio Creux, Angelo De Paola, Lorenzo Pusceddu, Michele Netti, Francisco Grau Vegara, Jan Van Der Roost e Riccardo Muti, loro particolare estimatore che li ha diretti anche in varie occasioni.

Nel 2010 si è esibita a Reggio Calabria alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano; l’anno successivo nella prestigiosa Brucknerhaus di Linz (Austria) ha partecipato in qualità di unico gruppo italiano al Concorso Internazionale Jugend-Blasorchester Wettbewerb, conquistando il 3° posto.

Il 31 luglio 2012 è stata protagonista a Reggio Calabria di un evento speciale con altre bande musicali calabresi dirette dal maestro Riccardo Muti. Legati alla sua figura molti altri eventi: la partecipazione al Concerto dell’Amicizia 2013, organizzato dal Ravenna Festival; il Concerto presso il Parco Archeologico dello Scolacium di Roccelletta di Borgia l’8 Agosto 2014 e a Palmi al Mausoleo dedicato a Francesco Cilea, in occasione del conferimento allo stesso Muti della Laurea ad Honorem dell’Università di Reggio Calabria.

Per meriti artistici e sociali, l’Orchestra è stata insignita di alcuni importanti premi, tra i quali il Premio Città del Sole 2010, il Premio Internazionale Città di Maratea 2014 ed il Premio Anassilaos Giovani 2014.