(Ita) Il 7 luglio a Ecolandia va in scena Cortoconcerto, l’originale evento dedicato alle musiche da film

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language. Or use Google Translate selecting a language here:

Il 7 luglio, alle 21.15, nello scenario magico del Forte Gullì del Parco Ecolandia di Reggio Calabria, andrà in scena CortoConcerto. Un’iniziativa unica nel suo genere, che rende omaggio alla musica da film.

Ideato, prodotto e realizzato dai maestri Alessandro e Claudio Bagnato, con il supporto dell’associazione A.Gi.Mus. sezione Città Metropolitana di Reggio Calabria e del Parco Ecolandia e il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali, CortoConcerto riunisce un nutrito gruppo di artisti, anche di fama nazionale, molti dei quali hanno in comune l’essere cresciuti e formatisi professionalmente sul territorio regionale.

La cultura musicale in città deve essere valorizzata e sostenuta”. È stato questo l’incipit del moderatore della conferenza stampa, Francesco Scopelliti, che ha sottolineato più volte come l’evento si caratterizzi per la “qualità”, per l’impegno e la dedizione profusa verso la buona musica.

Si tratta di un’idea che già sedimentava nella mia testa da diversi anni” – ha chiarito Alessandro Bagnato, presentando il progetto.  “Proprio perché mi occupo da qualche tempo della musica applicata all’immagine, avevo voglia di creare un evento dedicato alle colonne sonore, in cui la musica è parte integrante, indissolubile per la sopravvivenza e l’eternità delle pellicole del cinema italiano”.

Una magia rara quella che la musica riesce a trasmettere, regalando – ha continuato Alessandro – “delle profonde emozioni e descrivendo luoghi, sensazioni che vanno oltre l’immagine”.

Per ricreare questa suggestione, Alessandro e Claudio Bagnato, dopo una gestazione di più di due mesi che ha coinvolto anche il parco Ecolandia, hanno chiamato i maestri Pasquale Faucitano e Alessandro Carere, rispettivamente primo violino e primo flauto dell’Orchestra del Teatro “F.Cilea” di Reggio Calabria, Adolfo Zagari e Stefano Caccamo che si alterneranno in vari momenti dello spettacolo quali solisti, accompagnati dalla Concert Band di Melicucco diretta dal maestro Maurizio Managò. Saranno loro a riproporre le musiche di Ortolani, Morricone, Piovani, Vangelis, Bacalov e A. Bagnato.

Non poteva mancare il coro, battezzato “Note Forget”, creato dall’unione di 3 realtà: i cori de I giovani Laudamus, dell’Università della Magna Grecia, di Cosma Passalacqua, rappresentati rispettivamente da Enza e Marina Cuzzola, Carmen Cantarella, Angela Luppino.

In tutto 53 elementi e altrettanti saranno quelli della Concert band. A presentarla è stato il maestro Alessio Giordano che ha posto l’accento sulla qualità dello spettacolo, garanzia “di un sicuro successo”.  Nata 25 anni fa, il nome allude all’assenza di differenza tra orchestra di fiati e banda. Forrmata da musicisti tutti diplomatisi nei vari conservatori statali della Calabria, oggi è una delle più importanti realtà musicali della Calabria ed è considerata un modello da seguire nel fenomeno delle orchestre di fiati della nostra regione. La Concert band si caratterizza per un programma di musiche originali, abbinate ai classici  o – nel caso di CortoConcerto – alle colonne sonore.

A chiarire il legame con Ecolandia è stato il responsabile degli eventi, Marcello Spagnolo.  “CortoConcerto – ha evidenziato – è uno degli elementi di punta del cartellone, nonostante nomi più noti, perché esplode il rapporto con il territorio e con gli artisti nativi di questa terra”. Una filosofia già sperimentata con successo negli anni passati quando, nel corso dei festival importanti quali EcoJazz e Peperoncino Jazz, il parco ha richiesto e ottenuto la possibilità di fare aprire le serate clou ad artisti locali.

Non è tutto: Ecolandia ha collaborato, insieme al Premusic festival, alla realizzazione di una band calabrese jazz fatta da ragazzi tra i 17-24 anni che si esibirà in tutta Italia.

Mi auguro che Corto concerto diventi un appuntamento fisso per la realizzazione del territorio e dei suoi musicisti, con una formula sapiente che vede l’incontro degli artisti di fama nazionale con i giovani musicisti calabresi”, è stato l’augurio di Marcello Spagnolo.

Un’ultima importante nota di Spagnolo ha riguardato la gestione del parco che dovrebbe essere considerato “il terreno di tutti quanti noi”. Concepito come una scommessa di recupero di un patrimonio locale nell’ambito del progetto Urban di cui rimane il solo e unico testimone sul territorio, Ecolandia vive senza finanziamenti pubblici, grazie ai proventi generati dagli eventi e mediante i contributi derivanti dai progetti portati avanti da un team di grande esperienza.

Il valore sociale del parco è stato ribadito da Francesco Scopelliti che ha sottolineato come CortoConcerto potrebbe diventare l’evento istituzionalizzato in cui la musica classica sia volano della bellezza del luogo.

Chicca della serata, che vedrà la partecipazione di Alma Manera come special guest, dello showman Pasquale Caprì e dello speaker Benvenuto Marra come mattatori, accompagnati dalla modella Irma Imedadze, sarà la prima edizione del premio Spiga d’Oro. Fortemente voluto da A.Gi.Mus., il premio è destinato a tre “istituzioni cittadine” che si siano distinte per capacità d’incidere sul territorio locale. A ricevere il riconoscimento saranno l’Hospice Via delle stelle, la Fondazione Clara Travia Cassone e Rtv.

È un premio che ho a cuore” – ha concluso Alessandro Bagnato, sottolineando come rappresenti la sintesi del suo pensiero: impegno, costanza, determinazione.

Non ci resta che rinnovare anche noi l’invito di Pasquale Capri: “ci vediamo a Ecolandia il 7 luglio”. Il mattatore ha promesso continue incursioni per aggiungere note più pittoresche allo spettacolo.

La prevendita dei biglietti è attiva qui

Per maggiori informazioni sull’evento vi consigliamo di consultare il sito Ecolandia