Veliana Charter – Noleggio barche a vela per crociere

Veliana Charter è un noleggio barche a vela affidabile e professionale che nasce nel 2014, un po’ per gioco e molto per passione. Veliana Charter è oggi una realtà solida che riunisce un gruppo di persone giovani, dinamiche e determinate a sviluppare un progetto che sposa professionalità e amore per il mare, la vela, la natura e lo sport.

Veliana Charter ti offre a noleggio splendide barche a vela, disegnate e realizzate nei migliori cantieri d’Italia e d’Europa appositamente per le crociere.

Le basi di partenza sono: porto di Palmi, Reggio Calabria, Portorosa, Capo D’Orlando.

Con Veliana Charter puoi scegliere l’itinerario della tua vacanza. Siamo a tua disposizione per consigliarti e orientarti al meglio, tenendo conto del periodo, della durata e delle tue aspirazioni per la crociera.

I nostri itinerari preferiti:

COSTA DEGLI DEI E COSTA VIOLA

Basi di partenza: Reggio Calabria o Palmi

Durata: 7 giorni

Punti di interesse: Pizzo, Tropea, Scilla, Reggio Calabria

Mare cristallino, baie e spiagge bellissime, borghi incantevoli, tramonti da favola. L’itinerario della Costa Calabra Tirrenica si snoda tra tutto questo.

La tappa a Pizzo Calabro aggiunge una dose di storia e un pizzico di golosità. Il borgo storico è arroccato a strapiombo sul mare, esattamente come l’avrebbe descritto Omero. La passeggiata in paese consente di scoprire il castello aragonese, famoso per la tragica prigionia di Murat, la “balconata”, ovvero la piazza principale affacciata sull’azzurro del mare, e una delle specialità di questa terra tra le più famose al mondo: il tartufo di Pizzo, ovvero un involucro di gelato alla nocciola a celare un bocciolo di cioccolato fondente. Divino. Da non perdere la Chiesetta di Piedigrotta, una minuscola chiesa ricavata nel tufo, alla quale uno scultore dell’800, Angelo Barone, ha dedicato la propria vita, realizzando una composizione di statue che raffigurano la vita di Gesù e dei Santi. Tropea è forse la località più nota della Costa. Un dedalo di viuzze, scalette ed affacci su di un mare verde smeraldo. Meritano una sosta: sul livello del mare la spiaggia sotto al borgo, in alto la Chiesa del paese. Assolutamente da non mancare i tramonti: la traiettoria del sole coincide con l’isola di Stromboli e, se il cielo è limpido, l’effetto è straordinario. Per il bagno, il nostro consiglio è di recarsi a Capo Vaticano.

Oltrepassando Palmi e le sue spiagge, potreste restare vittima di un incantesimo e sentirvi proiettati ai Caraibi o in Polinesia. Invece, siete semplicemente tra le spiagge bianche più emozionanti di tutto il Mediterraneo. La crociera ferma a Scilla, un tipico borgo di pescatori, con le case a mare (a Chianalea), la chiesa e il castello. Pesce e spiagge faranno a gara per rubarvi il ricordo più indelebile.

Si entra quindi a Reggio Calabria, ma non vi è malinconia nell’arrivo. Gabriele D’annunzio riservò alla città uno dei suoi migliori tributi, definendo il lungomare “il chilometro più bello d’Italia” e tanto basterebbe. E invece, la città riserva molto altro, tra paesaggi, musei ed esempi di art nouveau come raramente può capitare d’incontrare persino in nord Europa.

COSTA DELLA SICILIA DEL NORD

Basi di partenza: Portorosa o Reggio Calabria

Durata: 7 giorni

Punti di interesse: Tindari, Milazzo, Capo d’Orlando, Cefalù, Palermo

Il Mediterraneo al suo massimo. Storia millenaria, bellezze paesaggistiche e gastronomia d’eccellenza. Se non è vacanza questa …

Milazzo, città in bilico tra due golfi, ha radici antiche, nella piena Magna Grecia, ospita una fortezza tra le più imponenti dell’Isola ed è uno dei Borghi più Belli d’Italia. Il suo promontorio è di diritto un’area protetta, inserita nel network europeo Natura 2000 per il suo carattere unico. La rotta su Tindari propone viste spettacolari tra le isole Eolie, la costa e il Golfo di Patti. A Tindari, resterai emozionato dalle rovine greche e romane, nonché dal panorama eccezionale che si gode dal suo santuario a picco sul mare.

Capo d’Orlando è una perla di storia, arte, cultura e spiagge così belle da commuovere. Da non perdere una visita al Castello Bastione, eretto dall’Imperatore Filippo II d’Asburgo per difendere le piantagioni di zucchero della zona, e a Villa Piccolo di Calanovella, una magione nobiliare immersa in un giardino d’aranci, dove Giuseppe Tomasi di Lampedusa, ospite dei cugini Piccolo, scrisse il suo immortale capolavoro: Il Gattopardo. Per chi ama le escursioni, la passeggiata sul Sentiero della Goletta è un inno alla natura: un nastro di 1 solo metro di larghezza a bordo mare, tra colori e scorci di maestosa bellezza. All’altezza della Galleria di San Gregorio, si apre il “ballatoio dei conigli”, così chiamato per lo spettacolo offerto dai conigli selvatici che, sul far della sera, escono per la cena.

Amata dai turisti di ogni parte d’Europa e del mondo, Cefalù è semplicemente un altro tra i Borghi più Belli d’Italia, noto per il suo centro storico a ridosso del mare e il suo strepitoso Duomo, diventato uno tra i simboli del patrimonio artistico dell’Isola. Da segnalare agli amanti del cinema che alcune tra le più toccanti scene del capolavoro di Giuseppe Tornatore – Nuovo Cinema Paradiso – furono girate proprio al Teatro Comunale del paese.

Palermo, una tra le città in assoluto più belle del Mediterraneo, capitale di storia, arte e cultura, attende i naviganti al termine di una rotta che tocca un paio tra le spiagge più belle dell’isola: quella dell’Isola delle Femmine e quella di Mondello. La città poi è un vero e proprio tuffo nelle atmosfere che più Mediterranee non si può, tra vestigia greche e romane, bizantine e normanne, romaniche e art nouveau, ce n’è davvero per tutti i gusti e … i palati. Perché davvero una tappa gastronomica, a Palermo è d’obbligo!

ISOLE EOLIE

Basi di partenza: Portorosa o Reggio Calabria

Durata: 7 giorni

Punti di interesse: Tindari, Milazzo, Capo d’Orlando, Cefalù, Palermo

Una navigazione fuori dal tempo e dallo spazio. Le Isole Eolie, tutte di origine vulcanica, costituiscono un arcipelago tra i più antichi del Mediterraneo. Alicudi e Filicudi hanno infatti oltre un milione di anni, le più giovani Vulcano e Stromboli qualche centinaio di migliaia di anni in meno, ma sono ancora pienamente attive.

Arrivando dalla Calabria, la prima isola che si incontra è proprio Vulcano – l’antica Hierà, ritenuta dimora del Dio dei Venti, Eolo. I sui tratti tipici sono le spiagge nere, le fumarole, l’acqua che ribolle e l’odore di zolfo che si espande nell’aria. Uno stretto canale separa Vulcano da Lipari, la più grande e popolosa isola dell’arcipelago. A differenza della vicina, le sue spiagge sono di pietra pomice, dunque chiarissime, per un suggestivo effetto di trasparenza all’acqua. Considerata l’ampiezza del suo abitato, Lipari è anche la località dell’arcipelago più adatta ad una passeggiata tra i negozi.

Da Lipari, il passo successivo è Salina, un’ampia isola, ricca di vegetazione e puntellata di piccoli borghi. Famosa nel mondo per essere stata la location del film di Massimo Troisi “Il Postino”, ospita anche la meravigliosa spiaggia di Pollara, un anfiteatro naturale, lascito di un antico vulcano, che si apre su di un mare da sogno. Una breve navigazione ci conduce quindi a Panarea, meta di un turismo d’elite, che ama rifugiarsi nelle tante ville immerse tra boschi d’hibiscus. Locali esclusivi e boutique alla moda fanno il paio con alcune tra le più affascinanti spiagge dell’arcipelago. All’estremo nord, si trova Stromboli, con il suo cratere in attività pressoché permanente. Quando il cratere si risveglia, la scena della lava che raggiunge il mare vista dall’acqua è di rara intensità.

All’estremo occidentale dell’arcipelago, Alicudi è un paradiso per il relax e il riposo. Sull’isola ci si sposta ancora a dorso di mulo, lungo sentieri che lasciano intravedere sempre tra la folta vegetazione un mare dalle mille tonalità del blu. Con soli 140 abitanti, riuniti nel borgo del porto, l’isola vive di turismo, agricoltura, ma soprattutto di pesca. Una cena di pesce è quindi un ottimo modo per salutarla. Filicudi arriva per ultima, ma solo perché a lei, vera diva, è riservato il gran finale. Isola di rara bellezza, ospita tre centri abitati – Filicudi porto, Valle Chiesa e Pecorini a mare. Da non perdere assolutamente lo spettacolo dei suoi tramonti e della “canna”, un faraglione a forma di colonna che si erge per 85 metri sul livello del mare.

E chi mai vorrebbe partire da qui?

Per le TARIFFE visita il nostro sito qui

Cosa c’è da sapere, consulta le faq