11 settembre 2015

Piana Eco Festival, il Villaggio ecologico dall’11 al 13 settembre a Cittanova

La sostenibilità ambientale al centro dell’evento organizzato dall’Associazione EcoPiana

Al via venerdì 11 settembre alle ore 11.00 il Villaggio ecologico di Piana Eco Festival, che animerà la Villa comunale “C. Ruggiero” di Cittanova fino a domenica 13.

Una tre giorni intensa, incentrata sui temi dell’ecologia e dell’ambiente, con incontri, dibattiti, laboratori, presidi informativi, una mostra mercato di prodotti artigianali ed ecosostenibili e un interessante programma artistico.

Entra nel vivo, con questo evento, il progetto promosso dall’Associazione culturale EcoPiana, avviato lo scorso luglio con la Lectio magistralis di Maurizio Pallante, leader del Movimento per la Decrescita felice. Ideato dal giovane imprenditore Girolamo Guerrisi, vice presidente dell’Associazione EcoPiana, con la direzione artistica di Nino Cannatà, il Festival vuole richiamare l’attenzione sui temi del riciclo dei materiali visti come risorsa, della lotta allo spreco e della riduzione dei consumi.

Il Villaggio Ecologico coinvolgerà esperti, docenti universitari, imprenditori e rappresentanti del mondo associazionistico e istituzionale che saranno chiamati a confrontarsi sulle aree tematiche del Festival: Ecologia, Ciclo dei rifiuti e raccolta differenziata, Risparmio energetico, Architettura sostenibile, Artigianato, Alimentazione, Biodiversità, Consumo critico.

Cinque gli incontri principali, che si svolgeranno tra la Biblioteca comunale e la Villa “C. Ruggiero”: “Uso sostenibile delle risorse ambientali. Arundo donax: ricerche e applicazioni”, “Green Living. Questione ecologica e sviluppo sostenibile”, “La responsabilità dei consumi come risorsa vitale del territorio”, “Ambiente: patrimonio e risorsa economica”, “Reuse/ Reduce / Recycle – Ciclo dei rifiuti e raccolta differenziata”.

Un ampio spazio sarà riservato all’elemento simbolo del Festival, l’Arundo donax, la cosiddetta Canna comune. Allo scopo di conoscere e riscoprire questa importante risorsa naturale sono previsti incontri, lezioni ed altre attività collaterali, quali un concorso fotografico e due laboratori didattici “Suoni di canna” e “Sculture di canna”.

Altri momenti dedicati a grandi e bambini avranno come tema la raccolta differenziata, il riciclo creativo, la cosmesi naturale, a cura di Legambiente Reggio Calabria Città Metropolitana, dell’Auser Territoriale di Gioia Tauro e dell’Associazione NuovaMente di Rosarno. In programma anche un evento dedicato all’enogastronomia, “Cooking Show BIO” a cura dello chef dei prodotti identitari, Enzo Cannatà.

E, ancora, spettacoli teatrali, concerti ed esposizioni nel programma artistico. Due le produzioni originali, curate dal regista Nino Cannatà. Venerdì 11 alle 21.30 in “Io, Francesco di Paola” l’attore Walter Cordopatri porterà in scena, dal testo di Salvatore Romano, la storia e la complessa personalità del Santo Patrono della Calabria. Accompagnato dalle improvvisazioni al violino di Davide Schirripa, il monologo in atto unico è stato pensato per i giardini della villa comunale, teatro naturale e luogo ideale per ambientare e ripercorrere l’opera del Santo a rievocare l’essenziale rapporto uomo-natura.

La manifestazione chiuderà domenica 13 alle 22.00 con il debutto di “Arundo donax – Suoni di canna” nel rinnovato teatro “R. Gentile” di Cittanova. Con il musicista polistrumentista Mimmo Morello, la danzatrice Alessandra Mariano e gli elementi di scena dell’artista Giuseppe Guerrisi, uno spettacolo originale dove la canna è l’elemento fusionale tra le varie forme d’arte, la musica, la danza, il mimo corporeo e la video-scenografia.