(Ita) Ripartenza in grande stile con la XXIX Stagione Teatrale della Locride (RC)

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language. Or use Google Translate selecting a language here:

La ripartenza, dopo l’emergenza Covid-19, passa attraverso la cultura. Appuntamenti imperdibili per il cartellone estivo della XXIX Stagione Teatrale della Locride 2019-2020, messo a punto dal Centro Teatrale Meridionale, per la Direzione artistica di Domenico Pantano.

Il settore dello spettacolo e dell’intrattenimento, tra i più colpiti dal lockdown, riparte anche in Calabria, nella Locride, con un prezioso calendario ricco di eventi, realizzato grazie al supporto della rete dei comuni del territorio.

Un segnale chiaro per affermare che l’arte e la cultura possono ripartire, nei meravigliosi luoghi della nostra terra, dove il pubblico potrà tornare a vivere una delle stagioni teatrali più amate della Calabria.

La rassegna si dispiegherà dal 25 luglio al 5 settembre, nei comuni di Roccella Ionica (Teatro al Castello), Locri (Corte del Palazzo di Città), Gioiosa Ionica (Villa romana del Naniglio, Palazzo Amaduri) e Monasterace (Parco Archeologico dell’Antica Kaulon), con un intenso programma di spettacoli per un pubblico ampio e vario, dai più giovani alle famiglie, e che prevederà anche la rappresentazione di una nuova produzione del Centro Teatrale Meridionale, “Medea” di e con Cristina Borgogni con la partecipazione di Domenico Pantano – che andrà in scena in prima nazionale il 9-11-12 agosto nel prestigioso Festival Dionisiache 2020 al Parco Archeologico di Segesta.

Si comincia Sabato 25 luglio, alle 21.30,al Teatro al Castello di Roccella Ionica, con “La Tromba del Cinema”. In scena Nello Salza, trombettista di successo, che fin da giovane partecipa al successo planetario dei capolavori prodotti da maestri del cinema mondiale come Federico Fellini, Mario Monicelli, Quentin Tarantino, Ettore Scola, Roberto Benigni, Massimo Troisi, grazie alle magistrali colonne sonore di compositori come Ennio Morricone, Nino Rota, Nicola Piovani, Armando Trovajoli e molti altri.

Nello spettacolo in scena sabato,il trombettista ripercorrerà le più affascinanti musiche del maestro Morricone, recentemente scomparso, e dei suoi colleghi compositori che hanno segnato la storia del cinema, della televisione e del musical italiani.Un omaggio a un grande e indimenticabile compositore italiano.

In scena con Sanza ci saranno i musicisti Vincenzo Romano, Salvatore Casaluce, David Medina e Gianfranco Romano. Musiche di Morricone, Rota, Piccioni.

Martedì 28 luglio, alle 21.30, ancora al Teatro al Castello di Roccella Ionica,sarà la volta dello spettacolo “I Soldi Spicci Show”, prodotto da Ars Promotion. Il duo comico palermitano, reduce da grandi successi in tv e a teatro, firma anche la regia del nuovo spettacolo, compiendo un ulteriore passo avanti nella rapida carriera che li ha visti già protagonisti in televisione a “Colorado” e nella pellicola cinematografica “La fuitina sbagliata”.

Il nuovo testo, scritto da Annandrea e Claudio in collaborazione con Salvo Rinaudo, ripercorre in chiave comica la storia degli equilibri di coppia da Adamo ed Eva fino ai nostri giorni, evidenziando la netta superiorità femminile.  Con ironia e leggerezza il duo comico racconta la moderna coppia millennial, descrivendo i rispettivi ruoli maschile e femminile. Il risultato è uno spaccato sociale che offre interessanti spunti di riflessione per lo spettatore.

«Finalmente ripartiamo, con la nostra rassegna teatrale, dopo mesi di isolamento, mesi difficili per tutti e per il nostro settore» – afferma il direttore artistico Domenico Pantano. «Torniamo in scena con maggiore entusiasmo e con la tenacia di sempre – sottolinea il regista e attore calabrese – perché il teatro è possibile ed è un modo per riconquistare gli spazi, la condivisione e la vicinanza tra le persone». «Siamo grati agli amministratori dei comuni della Locride – conclude Domenico Pantano – perché hanno ancora una volta dimostrato sensibilità e disponibilità, con la consapevolezza che è oggi più che mai necessario immaginare il futuro a partire dalla cultura, investendo sulla valorizzazione delle nostre risorse naturali e archeologiche, che sono la cornice ideale per continuare a sognare attraverso la magia del teatro».

La rassegna della XXIX Stagione Teatrale della Locride 2019-2020 proseguirà con “Coppia aperta quasi spalancata”; “Elena tradita”; “Medea”; “Napoli in frack”; “Il re nel pollaio”; “La pazzia di Orlando”; “L’infinito Giacomo” e “Arianna nel labirinto”.