“Arte, Cultura e Ricerca Scientifica” al MArRC con l’Aipda

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria si conferma sempre più inclusivo e fulcro dinamico della rete culturale del territorio. Nell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, l’Associazione Italiana Professori di Diritto Amministrativo (AIPDA), in collaborazione con l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, promuove un grande convegno sul tema: “Arte, cultura e ricerca scientifica. Costituzione e Amministrazione”. La giornata di apertura si celebrerà al MArRC, giovedì 4 ottobre 2018, nel suggestivo spazio di piazza Paolo Orsi, alla presenza dei Bronzi di Riace. Studiosi e giuristi da tutta Italia dialogheranno con alcuni dei protagonisti più autorevoli della scena culturale e scientifica del nostro paese.

I lavori si apriranno alle ore 17.00 con i saluti delle autorità, del direttore del Museo, Carmelo Malacrino, e della presidente dell’AIPDA, Carla Barbati. Il dibattito della sessione plenaria al MArRC verterà su: “L’art. 9 della Costituzione compie settant’anni” e sarà presieduto da Fabio Merusi, professore all’Università “Guglielmo Marconi” di Roma. Tra gli ospiti d’eccezione, accanto a Marco Cammelli, professore emerito dell’Università di Bologna, porteranno il loro contributo Barbara Jatta, direttrice dei Musei Vaticani e componente della Commissione di valutazione del Sistema Nazionale Museale, e Christian Greco, direttore del Museo Egizio di Torino e componente del Comitato tecnico-scientifico per i beni archeologici del MiBAC.

A conclusione del dibattito s’insedierà la Commissione per il conferimento del premio annuale dell’AIPDA.

Il direttore del Museo, Carmelo Malacrino, commenta: «Sono orgoglioso che il MArRC ospiti un appuntamento così importante e strategico per lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica in Italia. L’arte, in tutte le sue forme, è la più elevata espressione dell’intelletto e della sensibilità umana. Va condivisa attraverso la trasmissione della conoscenza, che passa sempre attraverso la ricerca. È un onore – prosegue Malacrino – ricevere nel nostro Museo la direttrice dei Musei Vaticani e il direttore del Museo Egizio di Torino. Sono certo che apprezzeranno il percorso fatto dal MArRC in questi ultimi anni, in particolare in tema di efficienza, accoglienza e sicurezza. Sarà l’occasione – conclude il direttore – per avviare futuri progetti di collaborazione con questi importanti istituti museali».

Il professore Francesco Manganaro, dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria e promotore dell’incontro, dichiara: «Il tema è molto significativo, di grande rilievo sociale e costituzionale, ed è importante che il convegno si svolga a Reggio e, in particolare, che si inauguri nella “casa dei Bronzi”».

Il Convegno proseguirà il 5 e 6 ottobre nell’Aula Magna “A. Quistelli” dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Circa 50 relatori, che rappresentano l’eccellenza accademica e burocratica nel diritto amministrativo e nei beni culturali, si incontreranno per uno sguardo “a tutto campo” su ogni aspetto in tema di patrimonio culturale e di rapporti con il territorio: tutela, fruizione, valorizzazione e mercato; sviluppo e rapporti tra pubblico e privato; l’organizzazione amministrativa e la semplificazione; la domanda culturale e la partecipazione; i finanziamenti. E ancora, si parlerà di libertà della ricerca, di autonomia universitaria, di valutazione.

Tagged on: