Parco dell’Aspromonte. Riaperto il sentiero naturalistico Bova Gallicianò

Le vie dei Greci di Calabria di nuovo fruibili grazie all’impegno dell’Ente aspromontano

Il sentiero naturalistico Bova-Gallicianò “sulle vie dei greci di Calabria” è stato finalmente riaperto. L’evento di inaugurazione si è svolto, lo scorso 18 ottobre, durante un’iniziativa promossa dal Parco nazionale dell’Aspromonte e dalla cooperativa “Tutela dell’Aspromonte” che ha compiuto l’opera di ripristino.

Grazie a questo intervento – che rientra nella più ampia azione dell’Ente Parco per rendere fruibile la rete sentieristica – uno dei tratti più caratteristici e più affascinanti dell’area grecanica è di nuovo percorribile.Sentiero Bova-Gallicianò 1

L’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte ha affidato, infatti, alle cooperative agricole e forestali montane la manutenzione straordinaria di alcuni sentieri e luoghi che ricadono all’interno dell’Area Protetta, per rendere fruibili i percorsi e luoghi montani che “narrano” l’Aspromonte, sfruttando al meglio la “Legge sulla Montagna” n. 94 del 1997.

In questo modo, 14 cooperative hanno potuto operare nei vari distretti d’Aspromonte, riqualificando alcuni tra i sentieri più belli e più significativi, una rete di circa 130 chilometri, grazie al Piano di Sviluppo rurale Calabria con un investimento di oltre un milione di euro.

“I sentieri sono la infrastruttura essenziale, la vera opportunità del nostro territorio – ha sottolineato, durante l’evento di inaugurazione a Gallicianò, il presidente del Parco Giuseppe Bombino. Puntando alla “tutela dell’ambiente e del paesaggio, si possono creare opportunità di lavoro”, soprattutto per i giovani. Idee e progetti che creano economia, favoriscono il turismo e valorizzano le tante risorse del territorio.