Pedro’s premiato a Offenbach

L’identità e la qualità come condizioni imprescindibili per la scelta degli ingredienti da mettere nel piatto continua a premiare l’impegno di chi, come PEDRO’S, investe, attraverso il proprio lavoro, nella promozione del proprio territorio. Senza la qualità delle produzioni autentiche e la tracciabilità della filiera, il Made in Italy resta solo una parola vuota facilmente imitabile e falsificabile.

Nuovi riconoscimenti per il pluripremiato ed apprezzato maestro pizzaiolo di Cariati ad Offenbach, in Germania, nell’ambito del 1° Festival Culinario.

Con impegno e sacrificio ha saputo trasformare l’arte del saper fare la buona pizza italiana in uno strumento di promozione della buona e autentica cucina italiana nel mondo. È, questa, la motivazione contenuta sulla targa-premio consegnata dal Sindaco della cittadina alle porte di Francoforte, Horst SCHNEIDER.

PEDRO’S era l’unico pizzaiolo a partecipare alla manifestazione promossa dall’Associazione dei Ristoratori Italiani in Germania (ARMIG) rappresentata da Leonardo TRENTO in collaborazione con la Città di Offenbach, che sarà presto gemellata con MANDATORICCIO, ed il Consolato Italiano a FRANCOFORTE.

Accompagnato da Simone RISPOLI, Antonio LAMOTTA e Antonio CASO, PEDRO’S ha fatto il pieno di complimenti ed apprezzamenti, ricevendo anche qualche proposta a trasferire la propria attività in Germania.

Tra le pizze proposte anche quelle identitarie: quella al Tartufo del Pollino, quella con la polvere di liquirizia Amarelli ed i petali di carciofi, la Codex, e la Pizza per Slow Food con i due presìdi Moscato di Saracena e Caciocavallo di Ciminà.

Con PEDRO’S, maestro pizzaiolo presso la API – Associazione Pizzerie Italiane hanno collaborato anche Andrea GRECO, titolare di diverse pizzerie in Germania ed il mandatoriccese Saverio PALETTA del Florian Saverio’s di Francoforte

Tagged on: